Glifosato cancerogeno c’é un giudice a San Francisco

0
Condividi

Gli Usa incastrano il glifosato 

Glifosato cancerogeno c’é un giudice a San FranciscoDavide rivince contro Golia. Con effetti che potrebbero essere mondiali, soprattutto per l’agricoltura.

Negli Stati Uniti, un giudice di San Francisco ha riconosciuto il pagamento di 289 milioni di dollari di risarcimento ad un giardiniere, Dewayne Johnson,  che aveva fatto causa alla Monsanto, un colosso industriale multinazionale di biotecnologie agrarie.

Glifosato cancerogeno c’é un giudice a San Francisco

Palazzo di Giustizia di San Francisco

Secondo le perizie effettuate dal tribunale californiano un prodotto dell’azienda, usato come pesticida, ha contribuito a fare ammalare Johnson di tumore. Nella sua decisione il giudice ha stabilito che l’azienda non ha adeguatamente avvertito sui rischi nell’utilizzo del pesticida.

Per l’accusa la Monsanto avrebbe deliberatamente tacitato e insabbiato gli allarmi sollevati dagli studi scientifici sui pericoli del glifosato, un composto chimico fitotossico impiegato in tutto il mondo come diserbante sistemico. Lo dimostrerebbero anche le mail interne all’azienda. Mail che evidenzierebbero i tentativi di insabbiare le analisi scientifiche sfavorevoli e la “promozione” di altre analisi assolutorie e persino il concorso a scriverle.Glifosato cancerogeno c’é un giudice a San Francisco

La Monsanto, che nel frattempo è stata acquistata per oltre 60 miliardi di dollari dalla tedesca Bayer, la quale sta pensando di cambiarle nome, respinge le accuse e ha già annunciato che farà appello.

Negli Usa la sentenza apre la strada a migliaia di altri processi dall’Arizona al Nebraska.

In Europa la rilevanza delle conclusioni del processo di San Francisco consiste nel fatto che accelererà le decisioni sulla pericolosità del glifosato, che è ancora oggetto di diatribe scientifiche.

Nel 2015 l’Organizzazione mondiale della Sanità l’ha classificato come «probabile cancerogeno», ma né l’Epa, l’Organizzazione americana per la protezione dell’ambiente, né le agenzie europee per la sicurezza degli alimenti e per i prodotti chimici hanno fornito pareri simili.

Sul glifosato ruotano i punti oscuri del Ceta, acronimo di Comprehensive Economic and Trade Agreement, l’accordo di libero scambio tra Unione europea e Canada.Glifosato cancerogeno c’é un giudice a San Francisco

Sugli effetti del micidiale erbicida glyphosate,  è incentrato infatti tutto lo sviluppo della varietà di grano duro canadese “Manitoba” che sta monopolizzando i mercati mondiali e rovinando letteralmente le produzioni italiane qualitativamente molto superiori, ma anche più costose.

Dal neolitico alla Mesopotamia, dall’Egitto alla Grecia, dal Mediterraneo ai Romani, le origini e gli sviluppi della coltivazione di grano coincidono con l’evoluzione della vita e della storia dell’umanità. “Gli Ateniesi hanno inventato il frumento e le leggi” sosteneva già Aristotele, mentre non c’è religione che nelle preghiere e nei testi sacri non comprenda un accenno al pane quotidiano.

Glifosato cancerogeno c’é un giudice a San Francisco

spighe di grano duro italiano

Fame, fede, storia, ma soprattutto clima. Fin dalle origini infatti le spighe di grano crescono nei climi caldi e arrivano a maturazione a giugno inoltrato, quando i chicchi assumono una consistenza vitrea. Ed ecco la prima radicale differenza fra il grano made in Italy e quello nord americano. In Canada il grano viene seminato in primavera e raccolto in autunno inoltrato. Per evitare di essere fregati da piogge e freddo, due o tre settimane prima della mietitura autunnale, i farmer nordamericani sparano allora sui raccolti ancora verdi lo ”spaccatutto” diserbante glifosato, che anticipa la maturazione delle spighe facendole in pratica essiccare.

Una forzatura innaturale che dà un prodotto con un’alta concentrazione di sostanze nutritive e di glutine, ma anche di veleni.  Lo prova la semplice constatazione che il grano trattato  col diserbante non viene utilizzato per la semina, perché le piante sono rachitiche e non  crescono: il glifosato cioè fa male alla stessa pianta.Glifosato cancerogeno c’é un giudice a San Francisco

 

Condividi