Maserati sfida Bentley e Porsche

0
Condividi

Maserati sfida Bentley e Porsche

Nel lussuoso mondo delle dream cars i botti di inizio 2016, cause ed effetti della guerra dei marchi MaseratiPorscheBentley,  illumineranno per mesi l’etere e i media.

Dopo l’annuncio del Tridente del lancio del Suv Levante e della produzione della coupé Alfieri, destinati a sfidare il predominio Porsche, nella mischia si lancia anche la blasonata Bentley (acquistata come la Porsche dalla Volkswagen) che ha programmato l’avvio della produzione di una coupé  definita “l’anti Alfieri “ – una sportiva due posti derivata dalla concept EXP 10 Speed 6  –  e di Suv di lusso ma con dimensioni ridotte rispetto  all’appena lanciato Bentayga.

Maserati sfida Bentley e Porsche

Alfieri Maserati

La disfida dei marchi vede in pratica contrapposti la Fiat Fca e la Volkswagen.

Dopo aver festeggiato i 100 anni della nascita col sostanziale ritorno dei conti in attivo, la Maserati punta molto sul successo dell’Alfieri che andrà in produzione nel 2016.

Sia in versione coupé, che sei mesi dopo come spider. La dream car italiana di imminente produzione conserverà il nome del prototipo, intitolato ad Alfieri Maserati il più geniale e creativo dei fratelli Bindo, Mario, Ettore ed Ernesto, che fondarono l’azienda nel 1914, ma che scomparve nel 1932 per i postumi di un incidente automobilistico.

La Alfieri avrà  la stessa ”taglia” della coupé Porsche che dal 1963, da un singolo modello, ha creato un vero segmento, quello dei coupé 2+2 corti, compatti, sportivi.

Della rivale tedesca il nuovo modello Maserati riprende con minime differenze  infatti le misure esterne: 449 cm la 911;  appena più lunga – 459 cm – la Alfieri basata sul telaio della MC Stradale accorciato di 24 cm.

Potrebbe montare il motore V8 di 4,7 litri da 460 cavalli di costruzione Ferrari, per sfidare il 6 boxer della 911, che in tutte le sue declinazioni ha potenze inferiori (da 350 a 400 cv) eccetto GT3 e Turbo. Ma non è escluso che la Alfieri monti anche il V6 turbo da 410 cavalli della Ghibli.

E tutto fa prevedere che la Alfieri nel 2016  darà ulteriore slancio alla Maserati nel mondo, soprattutto negli Stati Uniti e in Cina, aiutandola a superare il tetto delle 75.000 auto prodotte che sognano alla Fca.

La controsfida della Bentley punta su  tre modelli,  oltre al Bentayga  ed alle sostituzioni della Continental GT, della Flying Spur e della Mulsanne.

Maserati sfida Bentley e Porsche

EXP 10 Speed 6

Punta di lancia del marchio britannico, come già accennato, sarà la supersportiva due posti derivata dalla concept , vista per la prima volta allo scorso Salone di Ginevra.

Anche questa berlinetta dalle notevoli prestazioni, molto simile nella concezione e in alcune soluzioni stilistiche alla Maserati Alfieri, verrà realizzata sulla nuova piattaforma modulare MSB del Gruppo Volkswagen e che è stata ideata inizialmente per la prossima generazione della Porsche Panamera.

L’adozione di questa piattaforma progettata per motori anteriori longitudinali e per trazione posteriore o integrale, che servirà anche per Continental GT, Flying Spur e Mulsanne, dovrebbe garantire superiori livelli di prestazioni, migliore bilanciamento e un incrementato rendimento energetico Oltre alla Maserati Alfieri la nova Bentley avrà concorrenti agguerrite: l’AMG GT,  le Aston Martin e la Jaguar F-Type SVR.

Condividi