NOMINE IN PROGRESS. NAZIONALI, REGIONALI, COMUNALI. PUBBLICHE E PRIVATE

0
Condividi

ALLONS ENFANT

Francois Villeroy de Galhau

Francois Villeroy de Galhau

A partire dal prossimo 1 Novembre Francois Villeroy de Galhau, top manager del gruppo bancario francese Bnp Paribas, sarà il nuovo Governatore della Banca di Francia. Succederà a Christian Noyer.

 

NO GOLDEN  POWER

Maximo Ibarra

Maximo Ibarra

Viaggio di nozze a Bruxelles di Maximo Ibarra, numero uno di Wind e top manager designato a guidare il colosso da 22 miliardi di euro che nascerà dalla fusione tra Wind e 3 Italia, per illustrare ai Responsabili di Mercato Ue l’operazione di merger attesa per la razionalizzazione del mercato nazionale delle tlc. L’incontro avviene a una settimana dall’ok del Governo italiano alla fusione. Il Consiglio dei Ministri ha deciso di non esercitare la “Golden Power” e ora si attende dall’Antitrust il nulla osta definitivo all’aggregazione fra il terzo e il quarto operatore italiano di telefonia mobile, in grado di avviare il processo di riassetto del mercato.

 

VERTICI SNAI

Gabriele Del Torchio

Gabriele Del Torchio

Ratificata dall’Assemblea degli azionisti di Snai  la nomina a Presidente del Consiglio d’Amministrazione ed Amministratore Delegato di  Gabriele Del Torchio e  la cooptazione  nel CdA di Carlo Gagliardi.  Via libera inoltre  all’aumento di capitale per l’integrazione di Cogemat/Cogetech. I soci hanno approvato un aumento, a pagamento, in via scindibile, con esclusione del diritto di opzione, per massimi 37.233.253,20 euro, mediante emissione di massime 71.602.410 nuove azioni ordinarie, da liberarsi da parte degli attuali soci di Cogemat con il conferimento in natura del 100% delle azioni ordinarie da questi detenute nel capitale di Cogemat. E’ previsto che l’atto di conferimento venga stipulato questa settimana; la richiesta di ammissione a quotazione delle azioni Snai che riverranno dall’aumento di capitale dovrebbe arrivare entro la fine di questo esercizio.

 

 AUTOANALISI MEDIOBANCA

mediobanca

Sancta sanctorum della finanza in fibrillazione. Nell’ambito delle modifiche statutarie che saranno sottoposte all’assemblea del 28 ottobre prossimo, il CdA di  Mediobanca sta valutando l’eventuale nomina di un Lead Indipendent Director.  Secondo una nota di autovalutazione dello stesso CdA  “il rapporto tra consiglieri indipendenti e non indipendenti viene ritenuto appropriato”.  Inoltre, “i Comitati Esecutivo, Nomine e Remunerazioni sono risultati  ottimali in termini di ruolo, funzionamento, composizione e dimensione, mentre si auspica un ampliamento del Comitato Controllo e rischi”.

Attualmente il comitato ha tre componenti: la presidente Elisabetta Magistretti, Mauro Bini e Vanessa Laberenne.

La relazione, quanto alla composizione del consiglio, specifica che e’ formato per il 72% da uomini (13) e per il 28% d donne (5). Per età la fascia più numerosa é quella dei 66-70 anni (6 consiglieri), ma ci sono anche due ‘under 40’ (Marie Bolloré e Vanessa Laberenne). Tre consiglieri sono tra i 71-75 anni e 4 tra i 46-50. Il consiglio si e’ riunito 12 volte nel corso dell’esercizio e la durata media delle riunioni é stata di circa 2 ore e 43 minuti.

 

NURAGHI DI LOTTA E DI GOVERNO

sardegna ricerche

Le nomine di Giorgio Pisanu a Direttore Generale e di Agostino Galizia a revisore dei conti, secondo  l’assessore della Programmazione e del Bilancio della Regione sarda, Raffaele Paci, concludono,  di fatto il percorso di riforma di Sardegna Ricerche, trasformata da Consorzio in Agenzia, con un ruolo  considerato strategico per avvicinare le piccole e medie imprese sarde all’innovazione e alla tecnologia, in particolare al mondo del web .

 

Condividi