Da Vecchione a Cantone successioni e avvicendamenti

1441
Da Vecchione a Cantone successioni e avvicendamenti
Condividi

 

Trambusto, scompiglio, confusione: sono tutti sinonimi di caos i termini più utilizzati per definire il momento che stanno attraversando gli ambienti della comunità d’intelligence.

In attesa che le nebulose delle polemiche e dei veleni vengano diradate dalle audizioni del Copasir, fra Palazzo Chigi, Piazza Dante e largo di Santa Susanna viene accreditata l’ipotesi dell’avvicendamento dei vertici.

A partire dal Dipartimento delle informazioni per la sicurezza, che  coordina le attività di Aise e Aisi, le agenzie di intelligence per l’estero e l’interno.

A cavallo dell’approvazione parlamentare della manovra economica, l’attuale Direttore del Dis, Gennaro Vecchione, potrebbe assumere l’incarico di consigliere della sicurezza del Premier Giuseppe Conte.Da Vecchione a Cantone successioni e avvicendamenti

Ma non è ancora chiaro chi potrebbe succedergli. Ai candidati naturali, gli attuali Direttori di Aise, Luciano Carta, Aisi , Mario Parente, e al Capo della Polizia, Franco Gabrielli, potrebbero infatti aggiungersi altri aspiranti, come il capo di Gabinetto del Ministero dell’Interno, Matteo Piantedosi, oppure il vicario di Vecchione, Bruno Valensise, che viene accreditato anche come candidato al vertice dell’Aise.

In ogni caso si  avvierà un movimento di nomine che potrebbe riguardare, oltre a varie Prefetture, anche la Presidenza dell’Anac.

Per la successione a Raffaele Cantone all’Autorità anticorruzione, assieme a quella del giudice Roberto Tartaglia, 34 anni, consulente alla commissione Antimafia, sta lievitando la candidatura del magistrato di Cassazione Raffaele Piccirillo, Capo della delegazione italiana presso il Gruppo di Stati contro la corruzione del Consiglio d’Europa. Esperto di cooperazione giudiziaria  internazionale, 52 anni originario di Portici, il curriculum di Raffaele Piccirillo comprende anche la Direzione Generale della Giustizia Penale presso il Dipartimento per gli Affari di Giustizia e la Direzione  dell’ufficio della prevenzione della corruzione presso il Ministero della Giustizia.

Al Viminale si sta intanto incardinando la scelta del nuovo Direttore della Direzione investigativa antimafia, che subentrerà al Generale Giuseppe Governale prossimo alla scadenza.Da Vecchione a Cantone successioni e avvicendamenti

Fra i vari candidati alla Dia si starebbe facendo strada il Direttore centrale Anticrimine Francesco Messina, già nei ranghi dei servizi e successivamente Questore di Varese, Caserta, Perugia e Torino

Da Vecchione a Cantone successioni e avvicendamenti
Francesco Messina
Facebook Comments
Condividi