La politica del miraggio e gli assi nella manica di Conte

0
653
La politica del miraggio e gli assi nella manica di Conte
Condividi

Regionali, Draghi e Quirinale. La politica del miraggio inaugurata dal Premier Giuseppe Conte fin dal primo governo del giugno 2018, evolve ulteriormente con l’abilissimo e astuto tentativo di utilizzare a proprio vantaggio i tre principali ostacoli che assumono di giorno in giorno sempre maggiore consistenza. La politica del miraggio e gli assi nella manica di Conte

Se per le regionali è evidente il tentativo di scaricare sul Pd e il Movimento 5 Stelle le responsabilità  della sconfitta annunciata, responsabilità che però rischiano di fare implodere le forze politiche che sostengono la maggioranza e quindi di terremotare ugualmente il Governo, il capolavoro dialettico di Conte riguarda i sottili riferimenti a Mario Draghi e alla auspicata rielezione di Sergio Mattarella alla Presidenza della Repubblica.

Un capolavoro dialettico, con retrogusto retorico, che evidenzia tuttavia anche un lapsus politico: il tentativo subliminale di mettere in concorrenza per il Quirinale l’ex Presidente della Bce all’attuale Capo dello Stato.La politica del miraggio e gli assi nella manica di Conte

Decrittando Conte si potrebbe cioè dedurre che Draghi si sarebbe detto indisponibile alla candidatura al vertice della Commissione Europea ed è refrattario anche a Palazzo Chigi perché punta al Quirinale.

Questa interpretazione delle affermazioni del Premier avrebbe, molto riservatamente, fatto suonare più di un campanello d’allarme  al Nazareno, chez 5 Stelle e nei palazzi delle istituzioni.

L’opinione  prevalente è che a Palazzo Chigi ci si stia attrezzando ad una resistenza ad oltranza  dell’attuale assetto governativo.

La linea sarebbe quella dell’estate del 2019 che segnò l’uscita di Salvini dal Governo: l’esecutivo si dimette soltanto sulla base di un dibattito parlamentare e del successivo voto di sfiducia delle Camere. Con conseguente pubblico massacro mediatico a reti unificate.

Facebook Comments
Condividi