Nomine Consiglio Beni Culturali e Autority San Marino

0
235
Nomine Consiglio Beni Culturali e Autority San Marino
Condividi

Nomine Consiglio Beni Culturali e Autority San Marino

  • Consiglio superiore Beni culturali

Il ministro per i Beni culturali, Alberto Bonisoli, ha nominato il Presidente e i componenti ministeriali del Consiglio superiore Beni culturali e Paesaggistici, organo consultivo del ministero a carattere tecnico-scientifico.

Nomine Consiglio Beni Culturali e Autority San Marino
Marco D’Alberti

Il nuovo presidente é Marco D’Alberti, che succede a Giuliano Volpe. Gli altri componenti sono: Sergio Ferdinandi, Donata Levi, Nicoletta Morozzi e Guido Guerzoni.

Professore ordinario di Diritto amministrativo nella Facoltà di Giurisprudenza dell’Università di Roma “Sapienza” , D’Alberti  ha  insegnato nelle Università di Camerino, Urbino e Ancona ed ha fatto parte di numerose Commissioni di studio e di consulenza presso la Presidenza del Consiglio e vari ministeri ed ha presieduto le Commissioni per l’innovazione amministrativa (1997) e la per il rilancio dei beni culturali e del turismo (2013).

 

Nomine Consiglio Beni Culturali e Autority San Marino
Umberto Rapetto
  • Rapetto garante della privacy a San Marino

Il Generale Umberto Rapetto è stato nominato vicepresidente del Garante per la protezione dei dati personali della Repubblica di San Marino. Entra a far parte del Collegio dell’autorità garante, costituito da tre membri che durano in carica quattro anni e sono nominati dal Consiglio Grande e Generale, il quale individua il presidente e il vicepresidente. I componenti dell’Autorità devono essere scelti tra esperti di comprovata esperienza e competenza in materia di protezione dei dati personali, con particolare riferimento alle discipline giuridiche e dell’informatica. Dopo le nomine di Nicola Fabiano come Presidente, e di Patrizia Gigante come componente, con la vice presidenza di Umberto Rapetto l’organismo sanmarinese per la tutela della privacy assume ulteriore autorevolezza.

Da poco in pensione, con una carriera di alto ufficiale, lunga trentasette anni nella Guardia di Finanza, di cui undici trascorsi come comandante del GAT, il Nucleo Frodi Tecnologiche, Umberto Rapetto ha condotto numerose indagini diventate celebri, come quelle che hanno portato alla condanna in via definitiva degli hacker protagonisti di attacchi sul web a danno del Pentagono e della NASA, che lo hanno reso noto in Italia e all’estero come lo “sceriffo del web”.

Nomine Consiglio Beni Culturali e Autority San Marino
Sebastiano Laviola
  • Laviola fra i vertici autority europee

Via libera del Parlamento europeo alla nomina dello spagnolo Jose’ Manuel Campa alla presidenza dell’Autorità bancaria europea (Eba), dell’irlandese Philip Lane a capo economista della Bce e dell’italiano Sebastiano Laviola a membro del Single Resolution Board (Srb),  il Comitato di risoluzione unico per lo sviluppo di piani di risoluzione per gli istituti di credito.

Facebook Comments
Condividi