Putin rischia una disperata Stalingrado ucraina

0
1556
Putin rischia una disperata Stalingrado ucraina
Condividi

Per Vladimir Putin Kiev e tutta l’Ucraina si stanno disperatamente trasformando in una disastrosa Stalingrado. Il paradosso del raffronto con la lunga battaglia, che si concluse nel febbraio del 1943 e segnò la svolta dell’invasione nazista dell’Unione Sovietica e l’inizio della sconfitta tedesca, è che la Russia di Putin si trova dalla parte di Hitler e il Presidente Ucraino Volodimir Zelenskij e i cittadini di Kiev e dell’Ucraina interpretano l’eroica resistenza dell’armata Rossa e del popolo russo contro i nazisti.

Anche se è ancora presto per dirlo, vista la schiacciante preponderanza di forze e di tecnologia dell’esercito di Mosca  che sta invadendo da tutti i lati l’Ucraina, il crescendo di  resistenza che i carri armati e i reparti speciali delle colonne corazzate russe stanno incontrando rappresenta in ogni caso uno smacco per Putin.

Uno smacco che di ora in ora incrina la posizione del Presidente russo perché si somma all’intervento di Papa Francesco che non lascerà intentata alcuna iniziativa per fermare la guerra, e si aggiunge alle manifestazioni di protesta contro il conflitto scatenato da Putin che nonostante la spietata repressione si stanno susseguendo da giorni a Mosca, San Pietroburgo e in molte città della Russia, e soprattutto acuisce il palese malcontento degli ambienti economici e finanziari per il totale isolamento del Paese.

Anche se nelle prossime ore, nella peggiore delle ipotesi, la disperata resistenza ucraina dovesse essere sopraffatta, il comportamento davvero eroico del presidente Zelenskij e del suo popolo segnano l’inizio di una lunga guerriglia contro i russi e le forze d’occupazione.

E allora davvero per Putin il consequenziale passaggio da Stalingrado al Vietnam rappresenterebbe un logoramento insostenibile e l’inizio della fine.ucraina terza guerra mondiale putin

Facebook Comments
Condividi