Bancari a perdere in 8 anni perduti 44.000 posti di lavoro

0
Condividi

L’emorragia dei bancari

Bancari a perdere in 8 anni perduti 44.000 posti di lavoro

La mancata riforma del sistema bancario oltre a stravolgere l’intero settore del credito, provoca una emorragia continua di posti di lavoro.

Alla fine del 2009 i bancari italiani erano più di 330.000, nel 2017 sono scesi a quasi 286.000. “Dallo scoppio della crisi in banca abbiamo bruciato più di 44.000 posti di lavoro, di cui 13.500 solo nel 2017 “ denuncia il Segretario Generale della First Cisl, Giulio Romani.

Bancari a perdere in 8 anni perduti 44.000 posti di lavoro Giulio Romani

Giulio Romani

  • Parametri geografici del collasso ?

Al Nord abbiamo perso un addetto ogni 10, al Sud quasi 2 su 10. In otto anni il Nord Ovest ha perso poco meno dell’11% dei suoi bancari, il Nord Est il 12,5% circa, l’Italia Centrale poco più del 16% e il Mezzogiorno quasi il 17%, mentre nel solo 2017 il Sud è sceso più del 5% contro un calo di poco superiore al 4% al Nord, con il Centro anche in questo caso collocato su un valore intermedio. È un tributo occupazionale enorme versato sull’altare della mancata riforma del sistema bancario. Il cambiamento non può più attendere,

  • Analisi della situazione ?

I tempi per una riforma che tuteli il risparmio e il lavoro e che rilanci l’occupazione sono maturi. Nessuno venga più a dirci che il personale costa troppo: ai 2,9 miliardi di utile realizzati dai cinque maggiori gruppi bancari italiani nei primi tre mesi del 2018 hanno dato un enorme contributo i 5 miliardi delle commissioni nette, che sono strettamente correlate al fattore lavoro e valgono il 119% del costo del personale, contro il 112% di fine 2017. L’efficienza del personale è dunque molto alta e il costo del lavoro assorbe solo il 33% dei proventi operativi. Lo straordinario apporto dei dipendenti va riconosciuto tangibilmente: il tempo dei tagli economici e occupazionali è finito, è ora di coinvolgere i lavoratori negli organi di controllo delle banche.Il rilancio occupazionale  è una priorità”Bancari a perdere in 8 anni perduti 44.000 posti di lavoro

Condividi