HomeCyber IntelligenceGuerra senza preavviso con cyber attack

Guerra senza preavviso con cyber attack

  La guerre invisibili che provocano catastrofi        Guerra senza preavviso con cyber attack

 Da Pearl Harbor agli attacchi informatici. Per la Gran Bretagna i cyber attack rappresentano l’evoluzione del concetto dell’attacco bellico a tradimento. 

A dire che gli attacchi informatici sono atti di guerra è il Procuratore Generale del Regno Unito, Jeremy Wright, che ha fatto riferimento alla Carta delle Nazioni Unite per giustificare il diritto a una reazione armata contro i cyber-aggressori.

Guerra senza preavviso con cyber attack
Jeremy Wright

“Prendere di mira strutture ospedaliere essenziali, abbattere un aereo civile, sabotare centrali nucleari, attraverso strumenti informatici sono azioni da considerare non meno illegali e non meno meritevoli di una forte e legittima reazione di quanto lo siano azioni convenzionali” ha specificato il Procuratore Wright nel corso di un intervento al Chatham House Royal.

In sostanza un chiaro preavviso di contromisure già predisposte. Una dichiarazione di pronto intervento che arriva al culmine di un periodo segnato da forti tensioni fra servizi di intelligence per gli  attcchi informatici riconducibili ai servizi segreti di Mosca. A cominciare dal cyber attack  del  23 dicembre 2015  in Ucraina che ha messo fuori uso il sistema energetico. Guerra senza preavviso con cyber attack

L’elenco dei paesi finiti nel mirino dell’intelligence occidentale  per aver portato attacchi informatici è però molto più lungo e vede tra i protagonisti Cina, Iran e Nord Corea.

Obiettivo principale del monito di Jeremy Wright è comunque la Russia, con la quale l’Inghilterra combatte da prima ancora dell’inizio della seconda guerra mondiale, un conflitto di spie sotterraneo e senza esclusione di colpi.

Come hanno dimostrato i gravissimi casi di eliminare a Salisbury a marzo 2018 il colonnello dei servizi segreti del Cremlino Sergeij Skripal e l’assassinio a Londra nel  2006 di un altro agente russo Aleksandr Litvinenko. Agguati per i quali sono state utilizzate molecole di gas nervino e isotopi di polonio. Quantità abnormi di un’arma di distruzione di massa e di elementi nucleari, in grado di sterminare gli abitanti di intere città.

Guerra senza preavviso con cyber attack
Londra quartier generale della cyber intelligcence

Fonte: Securityinfo.it

 

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3435 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3435 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
22 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
14 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
14 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
9 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
3 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
2 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS