Tutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell’Ingv

1059
Tutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell'Ingv
Condividi

 

Con le ultime nomine l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia  ha completato la squadra di ricercatori che guideranno i 3 Dipartimenti scientifici e le 9 Sezioni dell’istituto per il triennio 2019-2022.Tutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell'Ingv

I ricercatori che guideranno i Dipartimenti sono:

  • Leonardo Sagnotti per il Dipartimento Ambiente;
  • Rita Di Giovambattista per il Dipartimento Terremoti;
  • Augusto Neri per il Dipartimento Vulcani.

Le Sezioni dell’Ingv sul territorio nazionale saranno guidate:

  • Salvatore Stramondo Osservatorio Nazionale Terremoti di Roma
  • Francesca Bianco Osservatorio Vesuviano di Napoli
  • Stefano Felice Branca Osservatorio Etneo di Catania
  • Antonio Costa Sezione di Bologna
  • Lucia Luzi Sezione di Milano ;
  • Francesco Italiano Sezione di Palermo;
  • Carlo Meletti Sezione di Pisa;
  • Salvatore Barba Sezione di Roma 1;
  • Fabio Speranza Sezione di Roma 2.Tutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell'Ingv

“I Direttori nominati sapranno guidare al meglio le attività di ricerca e di monitoraggio delle Sezioni loro affidate. Le Sezioni dell’Istituto sono le articolazioni organizzative di tutta la nostra attività e i ricercatori che le rappresentano sono punto di riferimento sia per la comunitàscientifica che per le attivita’ di cui sono parte sul territorio” ha dichiarato  il Presidente dell’Ingv, Carlo Doglioni.

Suppletive CsmTutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell'Ingv

Magistrati italiani nuovamente al voto a distanza di 14 mesi, questo fine settimana, per eleggere due consiglieri del Csm con funzioni requirenti di merito.

Il terremoto che ha colpito Palazzo dei Marescialli, con l’inchiesta della Procura di Perugia, in cui è rimasto coinvolto, tra gli altri, l’ex togato del Csm, Luca Palamara, indagato per corruzione e la concomitante inchiesta della procura umbra sull’ipotesi di condizionamento delle nomine dei vertici di alcuni degli uffici giudiziari più importanti d’Italia, ha provocato le dimissioni di cinque consiglieri del Csm : Luigi Spina e Gianluigi Morlini (Unicost), Corrado Cartoni, Antonio Lepre e Paolo Criscuoli (MI).Tutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell'Ingv

Il 6 e 7 ottobre sono state indette le elezioni per sostiuire i consiglieri Spina e Lepre. Gli altri due togati che hanno lasciato Palazzo dei Marescialli, Morlini e Cartoni, sono stati sostitituiti dai primi dei non eletti, Giuseppe Marra e Ilaria Pepe (Autonomia & Indipendenza).

In lizza per le due poltrone di Spina e Lepre ci sono sedici candidati, che per la prima volta sono scesi in campo senza le indicazioni di voto delle correnti dell’Anm.

Tutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell'Ingv
Nino Di Matteo

Il nome più noto tra i pm è quello di Nino Di Matteo, sostituto Procuratore presso la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo, che viene “sponsorizzato” dalla corrente di Pier Camillo Davigo, A & I. La lista dei candidati comprende:

  • Anna Canepa, sostituto procuratore presso la Direzione Nazionale Antimafia e Antiterrorismo;
  • Paola Cameran, sostituto Procuratore Generale a Venezia;
  • Alessandro Crini, Procuratore della Repubblica di Pisa;
  • Antonio D’Amato, Procuratore Aggiunto a Santa Maria Capua Vetere;
  • Francesco De Falco, sostituto Procuratore a Napoli;
  • Francesco Vittorio Natale De Tommasi, sostituto Procuratore a Milano;
  • Grazia Errede, sostituto Procuratore a Bari;
  • Anna Chiara Fasano, sostituto Procuratore a Nocera Inferiore;
  • Andrea Laurino, sostituto Procuratore ad Ancona;
  • Lorenzo Lerario, sostituto Procuratore Generale a Bari;
  • Simona Maisto, sostituto Procuratore a Roma;
  • Gabriele Mazzotta, Procuratore aggiunto a Firenze;
  • Alessandro Milita, Procuratore aggiunto a Santa Maria Capua Vetere;
  • Tiziana Siciliano, Procuratore aggiunto a Milano;
  • Fabrizio Vanorio sostituto Procuratore a Napoli.Tutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell'Ingv

Dal pomeriggio di martedì 8 ottobre, dopo che le schede elettorali affluiranno da tutti i Distretti di Corte d’Appello, avrà inizio lo spoglio a cura della Commissione Centrale Elettorale presso la Corte di Cassazione.

L’ 8 e 9 dicembre prossimi è invece in programma l’elezione suppletiva di un magistrato con funzioni giudicanti di merito che dovrà sostituire Paolo Criscuoli, dimessosi da Palazzo dei Marescialli a metà settembre, e non sostituito dal giudice Bruno Giangiacomo che ha rinunciato all’incarico.Tutti i candidati al Csm e i nuovi direttori dell'Ingv

 

Facebook Comments
Condividi