Ucraina: molti e tutti critici i fronti di Putin

0
606
Da Zaporizhzhia al gas da Kaliningrad a Vladivostok sono molti i fronti aperti da Putin ma in quasi tutti il Presidente russo è in difficoltà
Condividi

Farsi inseguire per non rimanere incastrato in quella che si è ormai trasformata nella trappola Ucraina. La tattica di Vladimir Putin della continua alternanza fra fronti di guerra e minacce, da Zaporizhzhia al gas, da Kaliningrad a Vladivostok, consente a Mosca di disorientare e dividere solo temporaneamente l’Europa e gli alleati occidentali di Kiev, mentre l’armata russa continua ad arretrare di fronte alla controffensiva delle forze ucraine a Kherson.Ucraina: molti e tutti critici i fronti di Putin

Nel briefing quotidiano l’intelligence britannica afferma che la spinta offensiva ucraina, oltre all’apporto del massiccio riarmo da parte di Stati Uniti, Inghilterra e paesi europei, sfrutta le crescenti difficoltà logistiche e i continui corto circuiti delle linee di comando russe.

L’ex capo dei servizi segreti britannici, l’MI6, Sir Alex Younger, ha dichiarato alla BBC che il contrattacco di Kiev rappresenta un momento chiave della guerra perché i due eserciti contrapposti hanno “raggiunto una sorta di equilibrio, il che rappresenta una svolta inaspettata”.Alleanze e intelligence PutDa Zaporizhzhia al gas da Kaliningrad a Vladivostok sono molti i fronti aperti da Putin ma in quasi tutti il Presidente russo è in difficoltà

La reazione alla controffensiva ucraina è stata in parte vanificata da una fitta rete di finte postazioni lancia missili, realizzate in legno ma identiche ai sistemi avanzati di lanciarazzi Himars e Hatacms forniti dagli Stati Uniti. Trucco che ha ingannato i droni russi e indotto la flotta navale di Mosca nel Mar Nero a sprecare decine e decine di costosi missili a lungo raggio su obiettivi inutili.

Per scongiurare il collasso del fronte del Donbass, la Russia sta compiendo notevoli sforzi per reclutare soldati per rinforzare le truppe di invasione in Ucraina, ma secondo il Pentagono i nuovi reparti non potranno essere efficacemente impegnati nei combattimenti prima di almeno due mesi.

Ucraina: molti e tutti critici i fronti di Putin
Centrale atomica di Zaporizhzhia

Assieme all’arma dell’energia, petrolio ma soprattutto gas, che Putin ha trasformato in armi di ricatto, l’Europa e l’intero occidente vengono tenuti sotto tiro dalla stretta militare russa sulla centrale di Zaporizhzhia. Il direttore dell Aiea, l’Agenzia internazionale per l’energia atomica, Rafael Grossi, martedì informerà il Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite sui risultati della visita degli esperti nel gigantesco impianto che si avvale di sei reattori nucleari e la cui sicurezza è al limite della tenuta.

Ucraina: molti e tutti critici i fronti di Putin
Rafael Grossi

Dopo avere ostentatamente disertato i funerali a Mosca di Michail Gorbaciov, universalmente considerato per la sincera ricerca della pace, il rispetto delle leggi e degli avversari politici, l’esatto opposto dell’attuale Presidente russo, Putin domenica raggiungerà l’estremo oriente per supervisionare nella penisola Kamchatka la fase finale delle maxi esercitazioni militari congiunte con la Cina, denominate Vostok 2022, cui partecipano circa 50 mila soldati, 140 aerei da combattimento e 60 unità navali. Manovre con epicentro Okhotsk, nel Mar del Giappone, a cui Pechino ha inviato un’imponente delegazione militare, con oltre duemila soldati e 300 mezzi e, per la prima volta a un ciclo di operazioni a guida russa, rappresentanze di Esercito, Marina e Aeronautica.

Ucraina: molti e tutti critici i fronti di Putin
Putin e Gorbaciov

Ma se per la Cina le manovre sono utili per tenere sulla graticola il Giappone, principale alleato degli Stati Uniti nel braccio di ferro su Taiwan, per Mosca secondo gli analisti di strategie militari, l’inspiegabile massiccio impiego di forze che sarebbero più utili per fronteggiare la controffensiva ucraina, rappresenta una grave sottovalutazione delle conseguenze che potrebbero subire le truppe di invasione con l’approssimarsi dell’inverno. Un generale inverno che questa volta si prevede sarà di ulteriore, e probabilmente fatale ostacolo, all’armata russa.Ucraina: molti e tutti critici i fronti di Putin

Facebook Comments
Condividi