Duello Conte Salvini che allude al governo Alpa Zeta

958
Duello Conte Salvini che allude al governo Alpa Zeta
Condividi

Giuseppe Conte torna dove tutto è cominciato, al Senato. E il duello con Matteo Salvini riprende dal discorso del 20 agosto. Dal j’accuse del Premier che ha messo a nudo e inchiodato al fallimento le ambizioni del leader della Lega.Duello Conte Salvini che allude al governo Alpa Zeta

In 21 giorni lo scenario politico ha visto il capovolgimento di maggioranza e Governo. Conte non solo è rimasto a Palazzo Chigi, ma si è affrancato oltre che da Salvini anche da Luigi Di Maio, fino ad assumere il ruolo di leader di fatto del Movimento 5 Stelle.

Ancora più evidente il cambio di prospettive internazionali. Da nazione isolata e sull’orlo dell’infrazione, a Paese figliol prodigo dell’Europa, di Washington e della Nato.Duello Conte Salvini che allude al governo Alpa Zeta

Il nuovo faccia a faccia fra Conte e Salvini scatena un crescendo di scintille e invettive. Un duello senza esclusione di colpi.

“ Governo abusivo, legittimo solo formalmente”  accusa il leader leghista.  “ Voltafaccia strumentali e interessati” ribatte il Premier.

“Altro che pochette o cravatta. Lo stile è sostanza, non apparenza “ irride il leghista. “Tenti di scaricare le tue responsabilità su altri per salvarti” accusa il Presidente del Consiglio.

In un attimo, dalle sciabolate si passa alle cannonate:“ Dignità per me è servire l’interesse del mio Paese, gli interessi degli italiani, non altro” esclama Conte. “ Non ci siamo mai permessi di condannare quando si metteva in dubbio la tua cattedra, le tue consulenze, i tuoi conflitti d’interesse con lo studio Alpa” replica glaciale Salvini, rilanciando subliminalmente la maliziosa definizione di governo Alpa-Zeta, dall’iniziale del Segretario Pd Zingaretti, che viene fatta circolare dal centrodestra per alludere a presunti intrecci di potere.Duello Conte Salvini che allude al governo Alpa Zeta

Un duello sempre più aspro, accompagnato dalla bolgia dei cori, delle grida e delle contestazioni dei senatori della Lega e di Fratelli d’Italia, mentre gli esponenti di Forza Italia ostentano distacco. Un duello con i denti avvelenati, interrotto dal voto di fiducia del Senato, ma che è destinato a protrarsi fino alla prevalenza politica, e anche personale, di uno dei due contendenti.

Lo scontro fra il Premier e l’ ex Vice premier leghista è stato preceduto da vari interventi di rilievo, che hanno lasciato il segno fra i banchi della maggioranza. “ Il Governo cadrà al Senato perché, come gli esecutivi di Prodi ha una maggioranza eterogenea” – ha affermato l’ex Presidente del Senato e esponente di Forza Italia Renato Schifani, che ha anche polemizzato direttamente con Conte definendolo  “non un avvocato del popolo, ma il legale del Palazzo”.

Duello Conte Salvini che allude al governo Alpa Zeta
Renato Schifani

Su i vari fronti contrapposti hanno fatto riflettere anche le dichiarazioni di voto a favore della fiducia di Pierferdinando Casini, che ha ammonito il governo sui rischi dell’antipolitica, il si al programma di  Conte dei Senatori a vita Mario Monti, Elena Cattaneo e Liliana Segre ed il voto in dissenso rispetto ai rispettivi gruppi preannunciato da Gianluigi Paragone dei 5 Stelle e Matteo Richetti del Pd.

Duello Conte Salvini che allude al governo Alpa Zeta
Pierferdinando Casini e Mario Monti

Nonostante le vibrazioni in fase di decollo, determinate dal corpo a corpo in pieno svolgimento nei partiti per la nomine di oltre 50 fra Vice Ministri e Sottosegreteri, il lancio in orbita del nuovo governo a propulsione 5 Stelle Pd e sinistra è pienamente riuscito.

Il successo della missione politica, a cominciare dalla messa in sicurezza dei conti pubblici e dalla sterilizzazione dell’aumento dell’Iva, dipende dall’autonomia e dalla rotta dell’esecutivo.

Se dopo l’approvazione della legge di bilancio risuonerà la fatidica frase: “abbiamo un problema”, le prospettive lasciano intravedere soltanto le elezioni politiche della primavera del 2020.Duello Conte Salvini che allude al governo Alpa Zeta

Facebook Comments
Condividi