Washington Post: devastanti altri quattro anni di Trump

0
511
Washington Post devastanti altri quattro anni di Trump
Condividi

Pubblichiamo una sintesi dell’impressionante editoriale del Washington Post sui danni causati dall’amministrazione Trump e sul pericolo che rappresenterebbe un suo secondo mandato. “La nostra democrazia è in pericolo” scrive senza mezzi termini l’autorevole quotidiano americanoWashington Post devastanti altri quattro anni di Trump

Il presidente Trump pensa di sapere meglio di chiunque altro, ma non perché in realtà sappia molto. La sua campagna del 2016 è stata condotta dall’intestino, con l’esplicita logica che “gli esperti sono terribili ” e che poteva fare di meglio affidandosi all’istinto  di qualunque cosa, rispetto a quanto qualcuno con una laurea e anni di esperienza potesse fare in qualsiasi abito governativo.

La sua Casa Bianca si è condotta secondo questa filosofia, con effetti devastanti.Washington Post devastanti altri quattro anni di Trump

Dal debito alle tasse, alle energie rinnovabili, al commercio, al lavoro, alle infrastrutture, alla difesa, il Presidente si è dichiarato il più informato di tutto il paese. Che bisogno c’è, quindi, di un consulente scientifico, un posto che Trump ha lasciato vacante per 19 mesi ?

Perché preoccuparsi se più di un terzo delle posizioni di alto livello nel Pentagono o nel Dipartimento per la sicurezza interna non ha un incaricato confermato?

Perché non scacciare la maggior parte della forza lavoro del Servizio di ricerca economica del Dipartimento dell’agricoltura, come ha fatto intenzionalmente l’amministrazione, spostando bruscamente l’agenzia nella regione di Kansas City ?Washington Post devastanti altri quattro anni di Trump

Il miglior tipo di esperto, dal punto di vista di Trump, è il tipo senza alcun giudizio indipendente. “La mia funzione, in realtà, come economista è quella di cercare di fornire le analisi di base che confermano la sua intuizione”, ha detto il consigliere commerciale della Casa Bianca, Peter Navarro, secondo il quale: “la sua intuizione è sempre giusta in queste questioni.”

Quando un funzionario pubblico non è in grado di fornire quelle analisi confortanti di conferma, rischia nella migliore delle ipotesi l’escoriazione tramite tweet e di persona, oppure la rimozione dal suo posto nel peggiore dei casi.Washington Post devastanti altri quattro anni di Trump

Nell’ala ovest della Casa Bianca c’é un  flusso costante di professionisti assunti, scartati, assunti e di nuovo scartati: quattro capi di Stato Maggiore, quattro Consiglieri per la sicurezza nazionale, cinque Segretari per la sicurezza interna….

Molti ex hanno descritto in vari libri quanto fosse stata sgradevole la loro esperienza. Spesso comunque non importava, perché questo Presidente ascolta raramente e quasi mai legge.

È stato definito ” indecifrabile “. Solo una o due volte alla settimana si preoccupa di ascoltare i briefing dell’intelligence che gli altri Presidenti ricevevano ogni giorno. Brefing che si dice interrompa con stravaganti teorie di complotti. Non accetta il consiglio della persona più qualificata, o anche più persuasiva, intorno a lui, ma della persona che riesce a intrufolarsi nell’ultima parola.Washington Post devastanti altri quattro anni di Trump

La comunità dell’intelligence è stata una vittima particolare, perché ritenuta responsabile dell’opinione che il Presidente meno vuole sentire, ma che comunque  vuole che gli altri sappiano: che la Russia lo ha aiutato nelle elezioni del 2016 e sta lavorando per lui anche quest’anno.

Il direttore dell’intelligence nazionale Dan Coats è stato esautorato a metà agosto 2019. Il suo sostituto, Joseph Maguire, è stato estromesso a febbraio 2020, dopo aver avuto il coraggio di difendere il suo aiutante e leader dell’unità di sicurezza elettorale Shelby Pierson, che a sua volta aveva avuto il coraggio di dire al Comitato di Intelligence della Camera che i servizi di sicurezza ritenevano che la Russia stesse cercando di aiutare Trump a vincere di nuovo.

Eppure un simile disprezzo per la competenza e l’imparzialità è filtrato nel governo negli ultimi quattro anni.

Il Dipartimento di Giustizia ha sofferto e il Dipartimento di Stato , come ha detto un ex ambasciatore ed ex sottosegretario, ha assistito “all’abbandono più significativo del talento diplomatico da secoli”.

Quasi la metà dei ministri della carriera dell’agenzia se ne sono andati o sono stati costretti ad andarsene nei primi due anni del mandato di Trump.Washington Post devastanti altri quattro anni di Trump

Coloro che sono rimasti in giro sono stati trattati con disprezzo. Marie Yovanovitch, espulsa dal suo incarico di ambasciatore in Ucraina dopo una campagna diffamatoria di Rudy Giuliani e altri scagnozzi presidenziali, è solo l’esempio più importante.

La totale mancanza di interesse a svolgere bene le funzioni essenziali ha avuto costi immediati. Con i diplomatici che hanno trascorso anni a forgiare relazioni e rappresentare gli interessi degli Stati Uniti improvvisamente strappati via dai loro doveri, i nemici hanno iniziato a trarne vantaggio; La Cina è entrata nel vuoto nell’influenza globale. Gli alleati smettono di fidarsi.

Oggi, gli americani stanno subendo gli effetti di un governo in completa perdita mentre una malattia devasta il paese. Il problema è più grande di una direzione mancante o di uno scienziato respinto: la risposta a questo focolaio ha richiesto il coordinamento tra le agenzie che sono state sistematicamente esaurite, perché erano piene di esperti.

Mentre la pandemia rappresenta la conseguenza più immediatamente letale del disprezzo per il know-how del Presidente che non sa nulla, si profila un pericolo ancora maggiore.Washington Post devastanti altri quattro anni di Trump

Trump ha condotto la sua campagna pubblicizzando che il cambiamento climatico era una “bufala”, e ha agito su questa sciocchezza ritirando gli Stati Uniti dall’accordo di Parigi. Nel frattempo le prove della minaccia per il pianeta diventano sempre più allarmanti, soprattutto dove l’impatto distruttivo di quei 2 gradi Celsius in più è già diventato evidente: alghe in fiore, aragoste che muoiono, alberi di sequoia secolari che bruciano, laghi non congelati che privano i pescatori del ghiaccio del loro reddito , case che si riversano in mare.

Le emissioni di gas serra sono aumentate durante il mandato di Trump, dopo tre anni consecutivi di diminuzione. Eppure l’Agenzia per la protezione ambientale continua allegramente a deregolamentare; questa amministrazione ha finora annullato 100 restrizioni apparentemente gravose.

Le politiche riviste sull’inquinamento da mercurio , le emissioni delle automobili, le perdite di metano e altro vanno contro la ricerca, alcune delle quali prodotte dal comitato consultivo dell’EPA. Altri quattro anni di questo tipo significherebbero la perdita di ancora più mezzi di sussistenza e vite di quanto il coronavirus non stia provocando oggi.

Il disprezzo per le buone prestazioni e per i fatti è devastante per il governo. Professionisti di talento in tutti i settori, costretti a giocare ad adulatori, scelgono invece di andarsene, mentre la prossima generazione di talenti sceglie di non candidarsi. Nove ex capi dell’intelligence lo hanno chiarito nel Post di questa primavera dopo che Trump ha sventrato la leadership del Centro nazionale antiterrorismo formata da professionisti esperti: non si tratta solo di pochi alti ufficiali rispettati e del rischio immediato per la sicurezza rappresentato dal loro licenziamento senza cerimonie. Riguarda il futuro.Washington Post devastanti altri quattro anni di Trump

Facebook Comments
Condividi