Donald & Kim: due leader molto singolari e un insolito destino

0
Condividi
Sarà vera pace o soltanto l’inizio di una lunga trattativa che può riservare colpi di scena e brutte sorprese?  Pubblichiamo una sintesi delle analisi del Washington Post e del New York Times  sullo storico vertice fra il Presidente americano Donald Trump e il dittatore nord coreano Kim Jong Un
Donald & Kim: due leader molto singolari e un insolito destino

Donald & Kim due leader molto singolari e un insolito destino

Il presidente Trump ha concluso un vertice storico con la leader nordcoreana Kim Jong Un disegnando un percorso di prosperità per la nazione isolata. Ma all’inizio del vertice erra ancora  molto incerto sulla possibilità che il giovane dittatore recepisse l’offerta accettando di eliminare il suo arsenale nucleare.

Nel corso di quasi cinque ore  di summit, Trump e Kim cercano di stabilire ciò che il presidente ha definito “un legame molto speciale” attraverso una serie di incontri diretti, tra cui una passeggiata culminata con il presidente che ha fatto dare al giovane dittatore una sbirciatina dentro la limousine presidenziale blindata.

“Siamo pronti a scrivere un nuovo capitolo tra le nostre nazioni”, ha detto Trump in una conferenza stampa, definendo il suo incontro con Kim “onesto, diretto e produttivo”.

“Il passato non deve definire il futuro”, ha aggiunto. “Il conflitto di ieri non deve essere la guerra di domani. Come la storia ha dimostrato più e più volte, gli avversari possono diventare amici. ”

Eppure, nonostante la bonarietà, l’accordo, di poco più di una pagina, era forse il più notevole per la sua mancanza di dettagli. Kim non ha dato alcun impegno specifico per abbandonare le sue armi nucleari e missili balistici o una linea temporale in cui avrebbe fatto. Piuttosto, si è impegnato unicamente a rispettare l’ accordo per lo più simbolico che aveva fatto durante un summit con il presidente della Corea del Sud Moon Jae-in in aprile.Donald & Kim due leader molto singolari e un insolito destino

Altre questioni altamente sensibili, comprese le brutali violazioni dei diritti umani del Nord e le sanzioni economiche imposte dagli Stati Uniti, non sono state prese in considerazione. Trump ha dichiarato che manterrà le sanzioni in vigore fino a quando il Nord non avrà compiuto passi concreti verso il disarmo.

Il risultato è una nascente svolta diplomatica dopo decenni di ostilità, ma nessuna garanzia che la Corea del Nord avrebbe dato un seguito agli accordi. Trump radicato il suo ottimismo nella sua fiducia in se stesso che può leggere un avversario e che la sua scommessa di tentare un rapporto personale con un autocrate avrebbe pagato.

Trump ha detto che Kim ha accettato di chiudere un sito di test sui motori missilistici e di consentire il ritorno di resti di membri dei militari  americani dispersi nella Corea del Nord durante la guerra di Corea più di 60 anni fa.

Kim, a sua volta, ha ottenuto almeno un vantaggio importante in anticipo. Trump ha annunciato che ordinerà la fine dei “giochi di guerra”  le esercitazioni miliai  che gli Stati Uniti conducono con la Corea del Sud. Per i commentatori Kim è apparso alternativamente confuso e implacabile, parlando attraverso un interprete e affiancato da aiutanti tra cui sua sorella, Kim Yo Jong e il ministro degli esteri Ri Yong Ho e Kim Yong Chol. Trump ha offerto a Kim una scelta netta tra il conflitto militare nella penisola coreana e il tipo di robusto sviluppo economico che ha trasformato la vicina Corea del Sud in una nazione benestante. Due leader, un destino insomma.

 

Donald & Kim due leader molto singolari e un insolito destino

Donald & Kim due leader molto singolari e un insolito destino

Trump e Kim aprono un nuovo capitolo della storia. Il presidente Trump ha stretto la mano a Kim Jong-un ed ha offerto alla  del Nord  una concessione importante. Un passo importante in un improbabile corteggiamento tra la più grande potenza nucleare del mondo e la più solitaria.

Poveri, impulsivi leader che solo pochi mesi fa si sono derisi a vicenda attraverso un abisso nucleare, Mr. Trump e Mr. Kim mettono da parte le loro minacce in un gioco d’azzardo che per ora, almeno, la diplomazia personale può neutralizzare decenni di ostilità e sfiducia.

Parlando ai giornalisti al termine del vertice, Trump ha detto che era sicuro che  Kim avrebbe iniziato a smantellare il suo arsenale nucleare molto rapidamente . Ma il Presidente ha specificato anche che le sanzioni economiche nei confronti della Corea dell Nord rimarranno in vigore fino a quando i nord coreani non inizieranno lo smantellamento.

È stata l’ultima svolta nel dramma internazionale sul destino del programma nucleare del Nord e un’inversione completa dell’amministrazione Trump.

“Siamo molto orgogliosi di ciò che è accaduto oggi”, ha detto Trump. “Penso che tutta la nostra relazione con la Corea del Nord e la penisola coreana sarà  molto diversa da quella che ha avuto in passato.”Donald & Kim due leader molto singolari e un insolito destino

 

Condividi