India: con l’alibi del virus il Governo stravolge New Delhi

0
453
India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delhi
Condividi

Fra i molti danni collaterali del coronavirus c’é anche quello di rappresentare un comodo alibi per i regimi. Pubblichiamo l’articolo del The Guardan sul pessimo esempio di stravolgimento architettonico e di strumentalizzazione politica dell’emergenza che l’India si appresta a dare Sull'attesa fine della plastica che avvelena il mondo il The Guardian anticipa in un articolo la produzione di bottiglie e contenitori vegetali

by Anish Kapoor*

“Non lasciare mai che una buona crisi vada sprecata”, ha dichiarato una volta Winston Churchill

La crisi offre, ovviamente, un’opportunità ai governi draconiani di nascondere il loro scopo più profondo.

Proprio questo scopo più profondo è nascosto nella decisione del governo fascista indiano di avanzare nel bel mezzo della crisi di Covid-19 la riqualificazione della cosiddetta vista centrale a New Delhi (un tratto di 3,2 km comprendente il Parlamento, Rashtrapati Bhavan cioè la residenza ufficiale del Presidente dell’India e il monumento ai caduti dell’India Gate. Ndr).

India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delhi
Rashtrapati Bhavan residenza ufficiale del Presidente dell’India

L’Alta corte dell’India è stata costretta a dare il via a questo schema frenato nelle ultime settimane senza consultazione o processo adeguato. La vista centrale è il progetto di Edwin Lutyens per gli edifici del parlamento e il grande viale di Janpath (People’s Road) che furono costruiti tra il 1912 e il 1931. Gli edifici di Lutyens sono disposti in grande stile con grandi viali che si adattano allo stile dell’impero coloniale britannico.

India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delh
La sede del Parlamento dell’India

Il nuovo complesso del Parlamento, che ha una scadenza precedente, il 2022, sarà tra i primi piani da finalizzare e distribuire, forse nella prima metà di quest’anno stesso. Il progetto attuale prevede un nuovo edificio triangolare del Parlamento accanto al complesso esistente .

Gli edifici sono realizzati con la pietra rossa utilizzata dagli imperatori Mughal dell’India per costruire fortezze e palazzi come il grande forte rosso dall’altra parte di Delhi.

India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delhi
India Gate

Lutyens e i suoi colleghi architetti presero spunto da tutti gli stili architettonici dell’India: templi indù, fortezze Mughal, edifici giainisti e buddisti per addobbare i suoi edifici e dare un senso teatrale di sfarzo e gloria.

Lo storico architetto inglese ha modellato la vista centrale come un percorso cerimoniale di gloria in stile greco con l’edificio del Parlamento eretto in cima alla grande strada come se fosse un tempio al potere dello stato. Indubbiamente questo è il capolavoro di Lutyens. Amarlo o odiarlo fa parte di una grande visione del potere governativo e della cosiddetta volontà del popolo. Dal mio punto di vista forse i più grandi edifici governativi del mondo.

Il Premier Modi e il suo governo fascista hanno incaricato l’architetto Bimal Patel di ridisegnare questo complesso architetttonico centrale.

India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delhi
Bimal Patel

Questo senza consultazione o comprensione o considerazione dell’importanza del design di Lutyens. Almeno si sarebbe sperato in un giusto processo nella nomina di Patel a un compito così importante. Il talento di Mr Patel non è all’altezza del compito. Patel ha distrutto la città di Ahmedabad cementando sulle rive del fiume Sabarmati che la attraversa, sta rovinando Varanasi costruendo strade attraverso di essa e coprendola di cemento senza riguardo per la sua gente o la sua storia. Tutto questo ovviamente sotto la direzione del governo BJP di Modi.

L’architettura è un efficace strumento propagandistico. In tutto il mondo le nostre capitali sono decorate con edifici che affermano con orgoglio di mostrare le nostre vittorie o sfoggiare il nostro orgoglio nazionale o mostrare i nostri monumenti ai nostri gloriosi antenati.India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delhi

Per citare alcuni esempi recenti: i presidenti francesi hanno usato l’architettura simbolica per imprimere la loro presa culturale e politica sulla nazione, dal Centro Pompidou di Parigi al museo di Jacques Chirac sul Quai Branly.

I cinesi sono anche riusciti a convincere lo studio di architettura svizzero Herzog & de Meuron a progettare il loro stadio olimpico per le Olimpiadi del 2008 e lo hanno effettivamente utilizzato per distogliere l’attenzione dal loro record criminale sui diritti umani. L’architetto Zaha Hadid è stato convinto a progettare un museo d’eccezione a Baku, in Azerbaigian. Ancora una volta per rifare la facciata a un regime fascista. L’elenco è lungo.

India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delhi
Paṇḍit Jawaharlal Nehru è stato accanto a Gandhi il padre dell’India post coloniale. Primo Ministro dal 1947 al 1964 fu una delle personalità politiche internazionali più in vista nella sua epoca

L’obiettivo di Modi è lo smantellamento dell’eredità di Nehru, di un’India secolare.

Nehru commissionò a Corbusier nel 1950 la costruzione di Chandigarh , la nuova capitale degli stati del Punjab e Haryana.

Fu visto come un gesto sia della modernità dell’India sia come guarigione simbolica delle ferite del colonialismo e degli orrori della spartizione dell’India e del Pakistan.

Oggi Modi sfrutta ogni opportunità per screditare Nehru. Modi comprende perfettamente che un nuovo Parlamento progettato da un architetto indiano promuoverà la sua agenda dell’India indù e farà un ulteriore passo lontano dall’India secolare di Nehru.

India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delhi
New Delhi dall’alto

Forse c’è davvero bisogno di un moderno palazzo del parlamento per rappresentare 1,4 miliardi di persone in India, ma questo tentativo di avanzare senza un giusto processo è vergognoso e quindi dare il lavoro a Patel significa sottovalutare gli architetti che lavorano oggi in India. Delhi è una città in crisi  e forse la città più inquinata del mondo. Questo ripensamento del centro del potere indiano potrebbe e dovrebbe essere un’opportunità per assumere il potere dell’immaginazione architettonica e ripensare Delhi come la capitale dell’India moderna.

La distruzione della Delhi di Lutyens è profondamente fuorviante e deriva dal fanatismo politico di Modi.

Questa non è la riprogettazione degli edifici, è invece il modo di Modi di mettersi al centro e consolidare la sua eredità come il creatore di una nuova India indù.

L’architettura, ci viene ricordato, è potere nella pietra. Questi non sono solo edifici, sono case per le nostre anime.

India con l'alibi del virus il Governo stravolge New Delh
Anish Kapoor

*Sir Anish Kapoor è uno scultore e architetto britannico

Facebook Comments
Condividi