Macron libera l’Europa dall’incubo populista

0
1140
Macron libera l’Europa dall’incubo populista
Condividi

“Vive la France vive Macron”, applaude l’Europa tirando un grosso sospiro di sollievo per la rielezione del Presidente Emmanuel Macron. Rielezione col 55/58 % rispetto al 42/45% di voti di Marine Le Pen e cioè con un ampio distacco di oltre il 15 per cento di voti in più rispetto all’ “eterna sfidante “.

Da Washington a Londra a Bruxelles, Berlino, Roma e Madrid tutti i commenti a caldo evidenziano come la netta affermazione di Macron rappresenti la conferma della larghissima condivisione dell’opinione pubblica europea e internazionale riguardo alla fattiva solidarietà occidentale nei confronti dell’Ucraina  aggredita ed invasa dalla Russia di Putin.

Nella pesante sconfitta di Marine Le Pen si scorgono invece i riflessi dell’ulteriore fallimento dei piani del Cremlino di sostenere con l’apporto occulto delle sinistre Brigate russe del Web, note anche come l’esercito di troll  & bot o i Kremlinbots, la candidata populista e dichiaratamente filo putiniana.Macron libera l’Europa dall’incubo populista

L’irraggiungibilità dell’Eliseo per la Le Pen scongiura ogni possibilità per Mosca di incrinare l’unità dell’Europa, rafforzatasi attorno alla solidarietà a Kiev e all’apporto al riarmo dell’Ucraina.Macron libera l’Europa dall’incubo populista

Nonostante l’alta percentuale di astensione, che ha sfiorato il 28%, e il duello più serrato rispetto a 5 anni fa, quando Macron trionfò sempre contro Marine Le Pen con oltre il 66% dei consensi, le difficoltà socio economiche della pandemia e le violente contestazioni dei gilet gialli, il superamento di slancio della rielezione evidenzia la precisa scelta dei francesi a favore della stabilità e della continuità.

Decisivo viene ritenuto l’apporto degli elettori che al primo turno hanno riversato quasi il 20 % dei voti a favore del candidato della sinistra Jean-Luc Mélenchon, leader del rassemblement “La France Insoumise”, l’indomita Francia.

Macron libera l’Europa dall’incubo populista
Jean Luc Mélenchon

Dopo una giornata di tensioni per i timori dell’influenza dell’astensione, le divergenze sulle sanzioni contro la Russia che affiorano in particolare con la Germania e i contraccolpi della guerra scatenata da Putin contro l’Ucraina, il Presidente Macron si accinge a ringraziare i francesi con un discorso-manifesto programmatico del secondo mandato. Discorso che pronuncerà in serata al Campo di Marte, uno dei luoghi simbolo della rivoluzione francese che si trova ai piedi della Torre Eiffel, altro emblema della Francia del futuro.

Un discorso d’esaltazione della lungimiranza francese e di puntualizzazione dei cardini, in campo nazionale e internazionale assieme all’Europa e all’alleanza atlantica, per il nuovo quinquennio macroniano di riforme e di sviluppo sociale.

Secondo gli ambienti dell’Eliseo, parafrasando Voltaire,  il concetto di base dell’esaltazione dell’esprit de finesse dei francesi che potrebbe essere sottolineato dal Presidente Macron riguarderebbe fra l’altro il concetto che  in “Francia c’è una sola religione e cento salse; nel resto del mondo una sola salsa e cento religioni.” Macron libera l’Europa dall’incubo populista

Facebook Comments
Condividi