Nuovo Csm con più Calamandrei e meno politica

0
Condividi

Nomi anticipazioni e prospettive del Csm che verrà

Nuovo Csm con più Calamandrei e meno politica1Nuovo Csm con più Calamandrei e meno politica

Sarà il Csm della svolta. Della svolta generazionale della magistratura e di una classe politica più laica e molto meno ideologica. Un Consiglio Superiore con più Calamandrei e meno politica.

Domenica 8 e lunedì 9 luglio. l’elezione dei 16 componenti togati, 10 Giudici, 4 Pubblici Ministeri e due Magistrati di Cassazione, avvierà la 19^ Consiliatura.

Gli altri 8 componenti laici  saranno nominati dal parlamentio. Fra i prescelti dalle Camere potrebbe essere compreso Giuliano Pisapia, indicato fra i candidati alla Vice Presidenza.

Nuovo Csm con più Calamandrei e meno politica Giuliano Pisapia

Giuliano Pisapia

Un rinnovamento di rilevanza costituzionale, destinato a inaugurare l’avvento della giustizia 4.0 e a decidere numerosi avvicendamenti ai vertici dei distretti più importanti per l’addio di numerose toghe storiche, come Giuseppe Pignatone, Armando Spadaro ed Ilda Boccassini, che andranno in pensione.

Profili ed esperienze dei candidati sono proiettati verso il futuro, ma sono ancorate alla dialettica e alle problematiche delle varie aree dell’Associazione nazionale Magistrati.

In attesa delle nomine dei nuovi componenti, intanto l’attuale Csm prosegue l’attività. Il Presidente della Repubblica Mattarella ha firmato il decreto di nomina del Consigliere  laico Giuseppe Fanfani quale componente della V^ Commissione per il conferimento degli incarichi direttivi, in sostituzione di Elisabetta Alberti Casellati candidatasi alle politiche del 4 marzo ed eletta Presidente del Senato. La V^ Commissione proseguirà le designazioni delle nomine nei distretti giudiziari fino al 20 settembre.

Candidati Cassazione

  • Carmelo Celentano  Unicost
  • Loredana Micciché Mi
  • Rita Sanlorenzo Area
  • Pier Camillo Davigo  Ai

Sulla candidatura di Davigo, che potrebbe andare in pensione prima della fine della consiliatura, si è innescato un confronto fra le correnti sull’interpretazione della sentenza del Consiglio di Stato del 2011 a favore della proroga fino a fine mandato al Csm di Vittorio Borraccetti.

Pubblici Ministeri

  • Antonio Lepre Mi
  • Giuseppe Cascini Area
  • Luigi Spina Unicost
  • Sebastiano Ardita Ai                                                                                                                               

Quattro candidati per quattro posti. Potrebbe prospettarsene un quinto.

Candidati Giudici

  • Paolo Criscuoli Mi
  • Corrado Cartoni Mi
  • Paola Braggion Mi
  • Gian Luigi Morlini  Unicost
  • Michele Ciambellini Unicost
  • Marco Mancinetti  Unicost
  • Concetta Grillo  Unicost
  • Alessandra Dal Moro Area
  • Ciccio Zaccaro Area
  • Bruno Giangiacomo Area
  • Mario Suriano Area                                                                                                                 
  • Marra Giuseppe Ai
  • Ilaria Pepe Ai

 

Nuovo Csm con più Calamandrei e meno politica

Condividi