#ONU: Consiglio di Sicurezza, solo mezzo seggio per l’Italia

0
1213
Ap e dp la storia del mondo prima e dopo la pandemia
Condividi

#ONU: Consiglio di Sicurezza, solo mezzo seggio per l’Italia

#ONU

 Invece del calice di champagne per festeggiare il biennio al Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, l’Italia si ritrova con mezzo seggio ed un semplice bicchiere di bollicine di prosecco. Un bicchiere mezzo pieno e mezzo vuoto.

All’Assemblea Generale dell’Onu dopo cinque votazioni di fila e una assoluta parità con l’Olanda, la Svezia si era assicurata al primo scrutinio l’altro seggio non permanente che spettava all’Europa occidentale, si è scelta la strada del compromesso: mezzo seggio a testa.

E’ un altro segnale dei mutati scenari internazionali sull’incidenza del’Europa al tempo della Brexit. Dal Consiglio europeo in corso a  Bruxelles è rimbalzato a New York l’Ok del Premier Matteo Renzi e del Primo ministro olandese Mark Rutte per condividere un anno ciascuno il seggio al Consiglio di Sicurezza.

In considerazione alla prossima presidenza di turno del G7 l’Italia espleterà il mandato per prima, a cominciare dal primo gennaio e per tutto il 2017. Un anno per tesaurizzare il ruolo del nostro Paese sul piano internazionale, anche in relazione alla ritrovata centralità globale del Mediterraneo in seguito al raddoppio dei canali di Panama e di Suez.

“L’accordo tra Italia e Olanda sulla divisione per un anno a testa del seggio come membro non permanente in Consiglio di Sicurezza Onu é una soluzione creativa e una dimostrazione di flessibilità , di unità e solidarietà europea”- ha commentato il Ministro degli esteri Paolo Gentiloni, che ha seguito votazioni e trattative al Palazzo di vetro .”

#ONU
PAOLO GENTILONI

Ovviamente l’Italia avrebbe preferito una netta prevalenza, ma al quorum mancavano parecchi voti ad entrambi – ha sottolineato Gentiloni- ed abbiamo deciso di chiudere in pareggio senza andare ai rigori”

Facebook Comments
Condividi