Cuore & batticuore: quando finisce un amore

0
Condividi

                    Cuore & Batticuore : l’effetto No simile a quando finisce un amore.referendum-e-dintorni

Fermate il mondo, voglio scendere. Era un altro mondo e un altro sogno.

Ma la voglia di scendere è tornata anche il 4 dicembre con un NO che sembrava dovesse essere solo un sussurro ed è diventato un grido da Nord a Sud, esploso  dalla gola dei ventenni e degli ottantenni.

NO alla discrasia continua tra realtà vera e rappresentazione virtuale, alla differenza tra le “narrazioni” e i più mesti racconti quotidiani di una collana esistenziale fatta di delusioni e disillusioni, lontananza tra Istituzioni e cittadini, progressiva diminuzione dei diritti, accompagnata da un costante incremento di tasse, imposte e difficoltà burocratiche.

Arriva  l’attimo in cui lo scontento divora prima la pancia e poi la testa e poi travolge anche senza apparente razionalità, ma con la voglia di riprendere almeno qualcuna delle prerogative da cittadino.

La disoccupazione truccata con etichette in inglese o edulcorata da qualche mese di contributi per un futuro improponibile ha perso gli abiti del re ed è apparsa nuda, così come la finanza continuamente rosicchiata da “investitori” esteri o l’economia appesantita da una stagnazione pluriennale di cui si intravede e poi si procrastina sempre la fine.

Il NO che ha vinto ricorda i quadri delle collettività dimenticate, ha il sapore del malessere diffuso e il gusto di un rimprovero sottile a chi voleva rottamare la casta e si è fatto casta, ha promesso la semplificazione delle burocrazie e si è perso  nei corridoi di provvedimenti amministrativi  improvvisati, ha dichiarato trasparenza e ha realizzato opacità imprenditoriali di campanile.

La voglia di scendere intanto ha prodotto  un piccolo miracolo di democrazia: il popolo che aveva smarrito la consapevolezza del  diritto all’elezione, ha ritrovato la voglia di urna e l’ha utilizzata per far sentire la sua voce.

E ora? le idee sono ancora poco chiare… è come quando finisce un amore. Ci si accorge di essere soli ma ci si ritrova liberi di ricominciare provando a costruire percorsi diversi, o almeno a sognarli.

Pinkie

 I sentimenti  nascono, crescono, tramontano.  L’amore per il proprio Paese, se connotato da impegno civile  e senso della democrazia,  é destinato a rinnovarsi per tutta l’esistenza.

Indirizzare lettere e risposte a:

CuoreBatticuorezerozeronews@gmail.com

Condividi