HomeCuore & BatticuoreCuore & batticuore: quando finisce un amore

Cuore & batticuore: quando finisce un amore

                    Cuore & Batticuore : l’effetto No simile a quando finisce un amore.referendum-e-dintorni

Fermate il mondo, voglio scendere. Era un altro mondo e un altro sogno.

Ma la voglia di scendere è tornata anche il 4 dicembre con un NO che sembrava dovesse essere solo un sussurro ed è diventato un grido da Nord a Sud, esploso  dalla gola dei ventenni e degli ottantenni.

NO alla discrasia continua tra realtà vera e rappresentazione virtuale, alla differenza tra le “narrazioni” e i più mesti racconti quotidiani di una collana esistenziale fatta di delusioni e disillusioni, lontananza tra Istituzioni e cittadini, progressiva diminuzione dei diritti, accompagnata da un costante incremento di tasse, imposte e difficoltà burocratiche.

Arriva  l’attimo in cui lo scontento divora prima la pancia e poi la testa e poi travolge anche senza apparente razionalità, ma con la voglia di riprendere almeno qualcuna delle prerogative da cittadino.

La disoccupazione truccata con etichette in inglese o edulcorata da qualche mese di contributi per un futuro improponibile ha perso gli abiti del re ed è apparsa nuda, così come la finanza continuamente rosicchiata da “investitori” esteri o l’economia appesantita da una stagnazione pluriennale di cui si intravede e poi si procrastina sempre la fine.

Il NO che ha vinto ricorda i quadri delle collettività dimenticate, ha il sapore del malessere diffuso e il gusto di un rimprovero sottile a chi voleva rottamare la casta e si è fatto casta, ha promesso la semplificazione delle burocrazie e si è perso  nei corridoi di provvedimenti amministrativi  improvvisati, ha dichiarato trasparenza e ha realizzato opacità imprenditoriali di campanile.

La voglia di scendere intanto ha prodotto  un piccolo miracolo di democrazia: il popolo che aveva smarrito la consapevolezza del  diritto all’elezione, ha ritrovato la voglia di urna e l’ha utilizzata per far sentire la sua voce.

E ora? le idee sono ancora poco chiare… è come quando finisce un amore. Ci si accorge di essere soli ma ci si ritrova liberi di ricominciare provando a costruire percorsi diversi, o almeno a sognarli.

Pinkie

 I sentimenti  nascono, crescono, tramontano.  L’amore per il proprio Paese, se connotato da impegno civile  e senso della democrazia,  é destinato a rinnovarsi per tutta l’esistenza.

Indirizzare lettere e risposte a:

CuoreBatticuorezerozeronews@gmail.com

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3497 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3497 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
14 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
5 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS