HomeRisvoltiGravi ritardi e negligenze: il Csm sospende Pm per sei mesi

Gravi ritardi e negligenze: il Csm sospende Pm per sei mesi

“Negligenza inescusabile” e “grave e ingiustificato ritardo nel compimento di atti relativi alle sue funzioni” in inchieste su abusi e violenze sessuali, anche in danno di minori, fino ad arrivare in alcuni casi alla prescrizione dei reati.

Queste testualmente le motivazioni della decisione con la quale la sezione disciplinare del Consiglio superiore della magistratura ha condannato alla sospensione dalle funzioni per 6 mesi, con trasferimento al tribunale di Caltanissetta con funzioni di giudice civile, il Sostituto Procuratore di Palermo Alessia Sinatra.

Gravi ritardi e negligenze: il Csm sospende Pm per sei mesi
Alessia Sinatra

La procura generale della Cassazione aveva chiesto una sanzione meno grave, ovvero la perdita di anzianità di tre mesi. Alessia Sinatra era già stata inquisita dalla sezione discliplinare del Csm per una vicenda legata alle presunte molestie che avrebbe subito da parte dell’allora procuratore di Firenze Giuseppe Creazzo.

Situazioni che lei stessa aveva denunciato in uno scambio di messaggi del 2019 con Luca Palamara, allora componente del Csm. Messaggi che avevano determinato l’accusa di “comportamento gravemente scorretto” nei confronti di Creazzo per i riferimenti, nelle conversazioni con Palamara, alla necessità di impedirne la nomina alla guida della procura di Roma, per la quale era candidato.

Per questo a febbraio scorso era stata condannata alla censura, mentre Creazzo era stato sanzionato con la perdita di due mesi di anzianità.

Gravi ritardi e negligenze: il Csm sospende Pm per sei mesi
Giuseppe Creazzo e Alessia Sinatra

Accorato il commento del difensore della Pm palermitana Alessia Sinatra, Mario Serio, ex magistrato e già componente negli anni ’90 del Csm

“Non si ricorda a memoria d’uomo una sentenza così pesante per incolpazioni di questo tipo, che supera di gran lunga ancora una volta la richiesta della procura generale della Cassazione” afferma Serio che ha preannunciato ricorso alle Sezioni Unite civili della Cassazione contro la sentenza della sezione disciplinare del Csm.

Tra i casi che hanno determinato il procedimento disciplinare nei confronti del Pm Sinatra c’è la vicenda di tre fratellini che avevano subito abusi sessuali nell’ambiente familiare e che sin dai primi interrogatori avrebbero indicato i presunti responsabili.Gravi ritardi e negligenze: il Csm sospende Pm per sei mesi

Il magistrato – sostengono gli accertamenti –  avrebbe però iscritto la notizia di reato 7 anni dopo nel registro ignoti e “dopo più di 16 anni di totale inerzia investigativa e oltre ogni ragionevole termine di durata delle indagini preliminari”, come si legge nell’atto d’incolpazione, aveva chiesto l’archiviazione, perché intanto era intervenuta la prescrizione del reato.

Un’altra vicenda riguarda una ragazzina che a 14 anni aveva subito abusi sessuali da parte di suo zio. Quando la Pm, alla fine di indagini che anche in questo caso avrebbero superato la “ragionevole” durata, ha chiesto il rinvio a giudizio dello zio, era già intervenuta la prescrizione.

Ancora più sconvolgente il caso di un ragazzino affidato sin dall’età di 13 anni dai genitori alle cure di un sacerdote. Genitori  che hanno denunciato gli abusi e i maltrattamenti subiti dal figlio da parte del religioso che avrebbe approfittato dello stato di vulnerabilità dell’intero nucleo familiare. Secondo gli accertamenti del Csm, dopo 8 anni dall’iscrizione della notizia di reato,  all’esito di indagini che si sarebbero protratte “oltre ogni ragionevole termine di durata”,  Sinatra avrebbe chiesto l’archiviazione per difetto di querela.Gravi ritardi e negligenze: il Csm sospende Pm per sei mesi

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3498 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3498 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
5 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS