HomeElezioniIn Francia vince la democrazia perde il neofascismo

In Francia vince la democrazia perde il neofascismo

Il sorpasso in corsa in tutta la Francia delle forze politiche di centrosinistra, spinge fuori strada la destra di Marine Le Pen.In Francia vince la democrazia perde il neofascismo

“ Il contropiede di Kylian Mbappé infilza Le Pen” commentano divertiti i parigini che per giorni hanno assistito allo scontro polemico a distanza fra la leader della destra e il calciatore più amato dei blu che agli europei di Germania hanno appena guadagnato la qualificazioni alle semifinali.

In Francia vince la democrazia perde il neofascismo
Marine Le Pen Kylian Mbappé

L’ennesimo passo falso della destra ha ripercorso l’errore delle ultime presidenziali, quando l’ondata nera incombente del Front National ha talmente spaventato i francesi da far loro preferire la riconferma all’Eliseo del molto poco amato Emmanuel Macron.

La nuova bruciante sconfitta di Marine Le Pen oltre a compromettere, probabilmente definitamente le ambizioni di sfidare nuovamente per la terza volta un candidato di centro sinistra per l’Eliseo, rattrappisce soprattutto la spinta populista in vari altri paesi europei, dalla Polonia, alla Danimarca, all’Olanda, all’Inghilterra e in parte anche in Italia con la Lega di Matteo Salvini, di tutte le forze politiche che si erano messe sulla scia apparentemente vincente del Rassemblement national, bocciato invece senza appello e omogeneamente dagli elettori francesi che sono andati a votare come mai prima in tutto il paese, facendo registrare il record dell’affluenza.

In Francia vince la democrazia perde il neofascismo
Jean Luc Melénchon

L’effetto delle proiezioni, solitamente precise, che danno come primo partito il Fronte popolare di Melenchon , al secondo posto il partito del Presidente Macron, e solo al terzo posto il Rassemblement di Le Pen e del pupillo enfant prodige Jordan Bardella, sta avendo l’effetto di uno choc per la politica francese.

Una scossa che rischia tuttavia di illudere di aver vinto da solo il leader di sinistra Jean Luc Melenchon, mentre Macron che ha in realtà vinto la sfida-azzardo di sciogliere il parlamento per sbarrare la strada alla destra, si affanna a ripetere che la vittoria é di tutte le forze che si oppongono al neo fascismo.

Le difficoltà per la formazione di una maggioranza di governo sono evidenti, ma la guida dell’esecutivo non potrà in ogni caso essere affidata a Bardella. che appena quattro giorni fa si atteggiava a Premier in pectore nei dintorni di Matignon, il palazzo del governo,  ed ora é stato ridimensionato a semplice parlamentare.

Ricordando la famosa frase , vive la France vive De Gaulle, con la quale il vittorioso Generale Presidente festeggiava i successi elettorali, all’Eliseo lo scampato pericolo é stato rimosso al grido liberatorio “vive la France vive Macron” . In Francia vince la democrazia perde il neofascismo

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3517 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3517 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
40 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
17 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
7 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS