ll volo liberatorio della prima Premier d’Italia

0
983
l volo liberatorio della prima Premier d'Italia
Condividi

Soltanto chi ha visto crescere politicamente Giorgia Meloni ha colto nella luce dei suoi occhi chiari alla prima uscita ufficiale da Premier il fugace accenno ad un volo liberatorio,mentre leggeva la lista sprint e record dei Ministri. 

“Nessuno sale troppo in alto se non con le sue ali”, recita un verso del poeta inglese William Blake che si attaglia all’ex giovanissima militante dei Gabbiani di Colle Oppio e della generazione Atreju che ora parla dallo scranno più alto del Quirinale.

l volo liberatorio della prima Premier d'Italia
La Premier Giorgia Meloni

Tailleur blu navy, camicetta in tinta e scarpe azzurre di velluto, lady Giorgia come hanno già iniziato a chiamarla con rispetto e curiosità i giornalisti e la stampa estera, sfodera con tono pacato le  prime chicche della sorpresa più grande e clamorosa: la lista dei Ministri presentata e ratificata dal Presidente della Repubblica contestualmente con l’accettazione dell’incarico di Presidente del Consiglio. Evidente l’impronta della Premier nella scelta dei Ministri e del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, l’ex parlamentare Alfredo Mantovano. Dal Ministro della Cultura, il giornalista e Direttore del Tg2 Gennaro Sangiuliano, al titolare della pubblica amministrazione, Paolo Zangrillo, di Forza Italia, che molti di primo acchito scambiano col medico personale di Berlusconi, mentre è il fratello. Ed ancora il Ministro della Difesa Guido Crosetto e il Ministro del Mare e del sud, l’ex Presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci. Confermato il conferimento delle attribuzioni di Vice Premier ai Ministri degli Esteri Tajani e delle Infrastrutture Salvini.

Dopo decenni di Cencelli e di spartizioni sulla pelle del Paese l’implicita assunzione di responsabilità da parte della Premier segna una svolta di impatto costituzionale che andrebbe inserita normativamente nella prassi per sottrarre definitivamente ai partiti il potere d’interdizione delle potenzialità amministrative e professionali degli esperti non asserviti a gruppi di potere.Governo, Meloni premier: domani il giuramento. Le news in diretta - La Stampa

Economicamente e sul piano internazionale si apre una fase di scelte incalzanti. L’adesione all’Alleanza Atlantica e all’occidente non sarà scontata e automatica, ma andrà confermata con fatti concreti. Mentre per allentare il peso del debito pubblico e risalire la china del pil e dello sviluppo economico, saranno essenziali non soltanto il raccordo con la Commissione Europea, la Bce e l’equilibrio fra entrate e spesa pubblica, ma soprattutto la prosecuzione dell’attuazione delle riforme strutturali richieste dal Pnrr e già avviate dal Governo Draghi.

E’ un contesto che già nel corso delle trattative con Lega e Forza Italia per la formazione del Governo, la Premier ha mostrato di avere incardinato nell’ambito della sostanziale continuità con Mario Draghi, col quale a Palazzo Chigi é previsto un passaggio di consegne di più ampio respiro, rispetto alla consuetudine sbrigativa e al limite dello scaricabarile dell’alternanza degli ultimi governi: Letta – Renzi, Gentiloni – Conte e Conte – Draghi.

l volo liberatorio della prima Premier d'Italia
Giuseppe Conte e Mario Draghi

L’attesa è molta, la caparbietà e il piglio della nuova inquilina di Palazzo Chigi pure. L’inizio è la parte più importante del lavoro, sosteneva Platone. Essenziali i primi cento giorni.

Al momento le possibili insidie politiche appaiono lontane, ma non remote. In mattinata durante le consultazioni della delegazione del centrodestra non é sfuggita l’occhiata d’ammiccamento fra Berlusconi e Salvini alle spalle della Premier appena designata, né un attimo dopo la convocazione pomeridiana al Quirinale, la sibillina dichiarazione della capogruppo a Senato di FI, Licia Ronzulli: ” non vediamo l’ora di prendere per mano il Paese ed affrontare le sfide che ci attendono. Forza Italia, come sempre, sarà determinante ed incisiva”.

Mentre l’ultimo sole della storica giornata illumina l’esordio della neo Premier, a via Bellerio a Milano e chez Berlusconi a Roma i bilanci della lunga kermesse post elettorale si intrecciano con le prospettive politiche dei rispettivi partiti.

ll volo liberatorio della prima Premier d'Italia
Matteo Salvini

Se nella Lega, dietro le quinte, si rimugina sulle mosse via via indietreggianti di Matteo Salvini rispetto all’intransigenza di Giorgia Meloni, per quanto riguarda Forza Italia appare evidente, soprattutto nella debacle berlusconiana sul ministero della Giustizia, la mancanza della lungimirante strategia politica dello scomparso avvocato e parlamentare Nicolò Ghedini. Ma più che la storia, in politica conta soltanto l’oggi e il domani.

Nicolò Ghedini

Fondamentale per chiunque, ma soprattutto per i politici, la considerazione di Eraclito:”ogni giorno, quello che scegli, quello che pensi e quello che fai, è ciò che diventi.”

Il volo liberatorio della prima Premier d'Italia
Il Presidente della repubblica Sergio Mattarella e la Premier Giorgia Meloni

Questo l’elenco completo dei Ministri del Governo Meloni:

Alfredo Mantovano – Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio:

Ministri senza portafoglio

  • Ciriani – Rapporti con il Parlamento

  • Zangrillo – Pubblica amministrazione

  • Calderoli – Affari regionali/Autonomie

  • Musumeci – Politiche del mare e Sud

  • Fitto – Affari europei, Coesione e Pnrr

  • Abodi – Sport e giovani

  • Roccella – Famiglia e natalità

  • Locatelli – Disabilità

  • Casellati – Riforme

Ministri con portafoglio

  • Tajani – Esteri, Vicepremier

  • Piantedosi – Interno

  • Nordio – Giustizia

  • Crosetto – Difesa

  • Giorgetti – Economia

  • Urso – Sviluppo (Imprese e made in italy)

  • Lollobrigida – Agricoltura e sovranità alimentare

  • Pichetto – Transizione ecologica

  • Salvini – Infrastrutture, Vicepremier

  • Calderone – Politiche sociali

  • Valditara – Istruzione e del merito

  • Bernini – Università e ricerca

  • Sangiuliano – Cultura

  • Schillaci – Salute

  • Santanché – TurismoIl volo liberatorio della prima Premier d'Italia

 

 



 

Facebook Comments
Condividi