HomeNomine & CandidatureMagistratura Indipendente fra Calamandrei e Pascal

Magistratura Indipendente fra Calamandrei e Pascal

Uniti per una risposta di giustizia adeguata ed efficiente. Con un dibattito sulla situazione della giustizia e sul rapporto fra toghe e politica che ha toccato tutti i temi, da Calamandrei a Pascal, l’assemblea generale della componente moderata dell’Anm Magistratura Indipendente, ha rinnovato i vertici eleggendo all’unanimità Loredana Micciché alla Presidenza, Claudio Galoppi alla segreteria generale e Antonio D’Amato alla presidenza del Consiglio nazionale. Tutti e tre esponenti del Csm nella precedente consiliatura, subentrano ad Angelo Piraino e Stefano Buccini.

Fondata negli anni 1962/1963, MI catalizza ininterrottamente fino agli anni ’80 la maggioranza della magistratura. Nel 1970 alle elezioni per l’Anm ottenne il 45 per cento dei consensi e nel 1977 il 43%. Seguono il sorpasso prima da parte di Unicost e poi anche di Magistratura democratica. Un primato riconquistato nel 2022, quando dopo avere riassorbito la scissione di Autonomia e Indipendenza di Davigo, diventa col  35% e sette Consiglieri l’ago della bilancia del nuovo Consiglio Superiore della Magistratura.

“ Rivendichiamo la nostra fisionomia di gruppo moderno e aperto alle innovazioni; niente affatto conservatore, ma al contrario riformista e profondamente realista – afferma la neo Presidente di MI, la Consigliera  di Cassazione Micciché.

“ Per questo  – aggiunge – concentreremo la nostra  attenzione sui concreti problemi dei colleghi e della giurisdizione; perseguiremo i nostri valori liberali fondati sul confronto e sull’ascolto di tutti e sulla promozione del merito”.

Magistratura Indipendente fra Calamandrei e Pascal
Loredana Micciché

Un ruolo essenziale, per l’esperienza giuridica e la capacità di mediazione evidenziate al Csm da Loredana Micciché, nel cruciale confronto in atto fra magistratura e la politica, che dopo l’abolizione dell’abuso d’ufficio, intende varare nuove norme sulle intercettazioni telefoniche e ipotizza l’introduzione di test psico attitudinali per i giudici. Un confronto delicato e dirompente quello fra toghe e politica che oscilla fra il concetto di Piero Calamandrei, uno dei padri della Costituzione, secondo il quale “quando per la porta della magistratura entra la politica, la giustizia esce dalla finestra” e la considerazione del filosofo e teologo Blaise Pascal per il quale: “poiché non si poteva trovare la giustizia, si è inventato il potere.”Magistratura Indipendente fra Calamandrei e Pascal

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3522 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3522 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
41 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
17 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
7 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS