HomeCuore & BatticuoreManifesto esistenziale di un artista poliedrico ma discreto

Manifesto esistenziale di un artista poliedrico ma discreto

Cuore & Batticuore
Rubrica settimanale di posta storie di vita e vicende vissute

Le riflessioni di Mirella: attenzione a chi evitare

by Gery Palazzotto

Qualche compleanno fa scrissi questi appunti. Mi sono tornati tra le mani oggi.

È il momento di far pace col tempo che se ne é andato di nascosto e con gli anni sprecati a diventar grande.

Gery Palazzotto

C’é un momento nella vita in cui le cose cambiano sotto i tuoi occhi in un fiat: tipo, ti sentivi in un modo mentre ti lavavi i denti e ti sei ritrovato in un altro modo dopo aver sciacquato lo spazzolino.

Ecco, quel momento é passato: una, due, dieci volte. E quando le cose cambiano a questo ritmo, vuol dire che sei cambiato tu. Lo spazzolino non c’entra.

Quando i compleanni non si contano più ma si accatastano, vuol dire che bisogna darsi una mossa con la lista di cose da fare.

Manifesto esistenziale di un artista poliedrico ma discreto
Salvo Vitale e Gery Palazzotto

E la lista é una strana lista: va compilata nel tempo, con grande anticipo, una sorta di elenco a futura memoria, perché quando la rileggerai intorno ai 50-60 o giù di lì ti dirà tutto di te. Com’eri, come volevi essere, come sei stato, come sei e come presumibilmente non sarai.

Pensateci a vent’anni, quando di norma non si pensa a nulla che vada oltre il weekend. Siate parchi di ambizioni e generosi di emozioni e non scimmiottate Steve Jobs che tanto si muore lo stesso anche se miliardari…

Manifesto esistenziale di un artista poliedrico ma discreto
Gery Palazzotto

maggiemusic@gmail.com Se pensate che quanto avete letto sia la solita autoanalisi allo specchio vi sbagliate. Si tratta dell’inedito manifesto esistenziale, scritto sull’onda lunga di un’ironia malinconica e introversa, di un personaggio poliedrico e ancora tutto da scoprire come Gery Palazzotto, 61 anni appena compiuti, scrittore, autore teatrale e giornalista di successo. Un successo tanto straripante quanto discreto, mai ostentato o autoproclamato nonostante, paradossalmente, frequenti quotidianamente il palcoscenico. Lo attesta lo strabiliante curriculum di Gery:  all’esordio a 18 anni da chitarrista rock-jazz nel 1981 scrive una rock opera (Rock Life Opera) e incide un singolo che viene distribuito dalla HB Records. Poi inizia a collaborare con Radio Rai Sicilia, come autore e conduttore di programmi musicali e d’approfondimento e viene assunto come critico musicale dal Giornale di Sicilia, dove fa carriera e diventa vicecaporedattore, ma che nel 2008 abbandona per collaborare come editorialista all’edizione siciliana di Repubblica. Nel 2004 scrive il romanzo noir “Di nome faceva Michele” tradotto in spagnolo e distribuito anche inAmerica Latina, definito dalla critica l’ “anti Montalbano”. Seguono vari racconti, docufilm, orazioni civili e romanzi. Dal 2015 é direttore della Comunicazione del Teatro Massimo di Palermo. Nel 2017 scrive con Salvo Palazzolo l’opera-inchiesta “Le parole rubate “dedicata ai misteri della strage di Capaci e della strage di via D’Amelio, e rappresentata in prima assoluta al Teatro Massimo di Palermo. Il 21 marzo 2018 riceve circa 20.000 preferenze, aggiudicandosi il Premio “Il giornalista più amato dell’ anno” in occasione della Giornata nazionale contro le mafie, organizzata dall’associazione Libera di Don Ciotti, con la partecipazione dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti e della Federazione Nazionale Stampa Italiana. Nel 2019 é autore con Salvo Palazzolo dell’opera-inchiesta “I traditori”, sul depistaggio delle indagini sulla strage di via D’Amelio, rappresentata in prima assoluta al Teatro Massimo di Palermo. Sempre per il Massimo di Palermo ha recentemente scritto l’opera inchiesta “Cenere” che chiude la trilogia dedicata ai misteri delle stragi di Capaci e di via D’Amelio. Nel 2022 ha scritto per Taoarte insieme a Fabio Lannino l’opera “Invertiti” dedicata a Pier Paolo Pasolini e ai suoi Comizi d’amore ed é di pochi mesi addietro “L’Altro” la sua quarta opera. Attualmente é consulente giornalistico e ghostwriter di un grande gruppo editoriale italiano ed é Direttore della web tv del Teatro Massimo di Palermo. Un curriculum solo all’inizio, assicura chi conosce Gery Palazzotto…

Facebook Comments
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3433 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3433 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
22 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
14 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
14 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
9 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS