HomeNomine & CandidatureNomine Amministrazione Trump: cena per la Segreteria di Stato

Nomine Amministrazione Trump: cena per la Segreteria di Stato

Nomine in progress per l’Amministrazione Trump: cena per la Segreteria di Statoamministrazione trump

Spaghetti, pollo e insalatina? Tutt’altro. La cena della sempre più probabile nomina a Segretario di Stato, offerta dal Presidente eletto Donald Trump a Mitt Romney, si è svolta nel ristorante Jean Georges, che  vanta tre stelle Michelin,  è considerato il miglior ristorante francese negli Stati Uniti ma, soprattutto, occupa un intero piano della Trump Tower.

Per il colloquio attorno al tavolo con il potenziale nuovo Segretario di Stato, a cui si è unito il presidente del Comitato Nazionale Repubblicano e futuro capo di gabinetto Reince Priebus, è stato scelto un menù originale: zuppa di aglietto con timo, cosce di rana saltate, scaloppina con broccolo caramellato e antipasto, più filetto e costolette d’agnello come piatto principale e un dessert.amministrazione-trump

La scelta della punta di diamante culinaria della torre ora presidenziale è parsa la  conferma che davvero Trump vuole il suo ex fiero avversario delle primarie alla Segreteria di Stato.  Al centro del secondo incontro in 10 giorni l’accordo sul nucleare con l’Iran, la guerra al terrorismo islamico, gli equilibri con Europa Russia e Cina. La Cia ha intanto più volte avvertito il Presidente eletto che un azzeramento dell’intesa fra Stati Uniti e Iran sarebbe disastrosa.

Ma dopo il nuovo, attesissimo incontro tra i due, il 45esimo neo Presidente americano non si è sbilanciato. Lo ha fatto in qualche modo Romney, che ha lodato apertamente Trump, in netto contrasto con le forti critiche espresse durante la campagna elettorale. “Penso che vedrete un’America che resta alla guida del mondo in questo secolo”, ha detto l’ex Governatore del Massachusetts, che ha sottolineato: “ho sempre più chiare speranze che il Presidente eletto Trump sia l’uomo che ci può portare verso un futuro migliore”.amministrazione-trump

Negli ultimi giorni sono arrivate varie nomine per la nuova amministrazione statunitense, fra le quali quella dell’ex di Goldman Sachs, Steven Mnuchin  al Tesoro. Ma la decisione sul Segretario di Stato si è rivelata ardua e al centro di un conflitto nell’entourage di Trump. Altri potenziali candidati, ancora in lizza, sono l’ex magistrato e sindaco di New York Rudolph Giuliani, il capo del Comitato Relazioni estere del Senato Bob Corker e il generale David Petraeus.

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3524 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3524 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
43 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
18 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
7 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS