HomeRisvoltiPer grazia ricevuta: Forza Italia in pellegrinaggio da Berlusconi

Per grazia ricevuta: Forza Italia in pellegrinaggio da Berlusconi

Berlusconi é vivo e lotta assieme a noi” esultano l’un l’altro, mostrando sui cellulari il profilo social ancora attivo del Cavaliere, i delegati del primo congresso milanese di Forza Italia celebrato senza il mitico fondatore scomparso il 12 giugno scorso. Per grazia ricevuta: Forza Italia in pellegrinaggio da Berlusconi

Concetto rilanciato con una notevole carica subliminale dalla vice Presidente del Senato, Licia Ronzulli, per anni madre-matrona e alter ego di FI subito dopo Silvio Berlusconi: ”Questa città e questa regione sono il nostro luogo d’origine, la Betlemme di un movimento che ha rivoluzionato il panorama politico del nostro Paese” .

Per grazia ricevuta: Forza Italia in pellegrinaggio da Berlusconi
Licia Ronzulli

Continuamente “resuscitato” politicamente e portato in processione come una Madonna pellegrina agli eventi di Forza Italia,  il tre volte Presidente del Consiglio e leader carismatico del primo partito mediatico d’Italia, viene evocato come non mai in questi giorni di travagliate  formazioni di liste affinché compia il miracolo della moltiplicazione dei candidati e dei voti per superare indenni la ghigliottina delle elezioni europee del 9 giugno, delle regionali di  Abruzzo, Basilicata, Piemonte, Sardegna e Umbria e delle amministrative che si terranno in una data compresa tra il 15 aprile e il 15 giugno in  3.699 dei 7.896 comuni italiani. Per grazia ricevuta: Forza Italia in pellegrinaggio da Berlusconi

Aggiornato fino al 5 giugno del 2023, una settimana prima del decesso, sul profilo Facebook di Silvio Berlusconi sono in continuo aumento le visualizzazioni dei post storici, come quello del 26 gennaio dell’anno scorso col Cavaliere che ricorda come “il 26 gennaio 1994, con un messaggio in televisione comunicai la mia decisione di scendere in campo nella politica. Lasciai il lavoro che amavo e le aziende che avevo fondato e fatto prosperare, per dare vita ad un’impresa diversa, ancora più difficile ma più importante, un’impresa al servizio della libertà…”. Per poi concludere:” Sono stati anni di passione…Rifarei tutto…Noi di Forza Italia siamo gli unici testimoni e gli unici continuatori della tradizione liberale, della tradizione cristiana, della tradizione garantista, della tradizione europeista e atlantista. Per tutto questo siamo semplicemente indispensabili e insostituibili…”

Silvio Berlusconi il Per grazia ricevuta: Forza Italia in pellegrinaggio da Berlusconi
Lo storico discorso della discesa in campo di Berlusconi

Sembra di sentirla la voce suadente di Berlusconi, come quando nelle serate fra amici intonava da perfetto crooner lo storico motivo di Charles Trenet : ”Que reste-t-il de nos amours ? Che resta di quei bei giorni? Che resta di tutto ciò? Ditemelo”.

A otto mesi dalla scomparsa del leader creatore, regista, protagonista assoluto e deus ex machina di Fi non é facile, neanche per gli attuali vertici del partito e gli amici più vicini, come Carlo Confalonieri e Gianni Letta, rispondere a cosa resta del berlusconismo, se non l’ologramma da venerare e replicare all’infinito. Un infinito sconosciuto alla politica, che misura il potere con i voti e il consenso degli elettori. Per grazia ricevuta: Forza Italia in pellegrinaggio da Berlusconi

Il segretario di Forza Italia, Antonio Tajani, respinge al mittente le maliziosità degli opinionisti che sostengono che il fu Berlusca party abbia un grande avvenire dietro le spalle, come ironizzava a fine carriera Vittorio Gassman. Il Vice Premier e Ministro degli Esteri rilancia, dicendosi convinto che ci sia “un grande spazio politico che va da Giorgia Meloni a Schlein e noi vogliamo occupare quello spazio politico avendo l’ambizione e la volontà di svolgere un ruolo centrale nella politica del nostro Paese, svolgere il ruolo che in passato, pur essendo diversi, ha svolto la Democrazia cristiana con i partiti moderati, quindi una forza politica, una grande forza politica, seria, credibile, affidabile, responsabile, cristiana, liberale, garantista, riformista, ma soprattutto europeista e atlantista. La linea politica l’ha sempre data e la darà sempre Berlusconi», assicura Tajani.

La speranza di quanti si definiscono la nuova generazione berlusconiana é di riuscire ad attivare il riflesso condizionato degli italiani affinché continuino a votare per il Cavaliere, tributandogli un clamoroso successo postumo. Amare é cosi breve. Dimenticare é così lungo, dicono alcuni versi di Pablo Neruda. Per grazia ricevuta: Forza Italia in pellegrinaggio da Berlusconi

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3455 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3455 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
30 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
12 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
9 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS