Renzi 5 Stelle e Pd a confronto su accordo o addio

0
781
Crisi di governo stallo o trattativa Conte Fico Renzi
Condividi

Walk on eggs, Renzi, 5 Stelle e Pd proveranno a camminare sulle uova della crisi senza romperle. E’ la prova che il Presidente della Camera Roberto Fico si appresta a tentare, mettendo di fronte tutti i protagonisti delle trattative.

Renzi 5 Stelle e Pd a confronto su accordo o addio

Dopo il superamento delle acrobazie dialettiche di sabato fra Italia Viva da una parte e il blocco 5 Stelle, Pd e sinistra dall’altra, che hanno concordato sulla necessità di un documento scritto per sancire contenuti e tempi di una maggioranza di governo ricompattata, l’esploratore dell’orizzonte dell’eventuale Conte ter procederà al confronto diretto fra Renzi, Crimi, Zingaretti e i leader di Leu e dei gruppi misti.Consultazioni Fico. M5s, Pd e Leu per Conte premier. Iv: prima i contenuti

Un faccia a faccia da Italia Germania 4 a 3, oppure con più colpi di scena della finale di Berlino del Campionato del mondo di calcio Italia Francia del 2006, a cominciare dall’espulsione di Zidane.

Una scelta coraggiosa e obbligata quella di Fico per venire a capo di una trattativa che rischia di sfilacciarsi prima di giungere al punto cruciale: Renzi si o Renzi no? Insomma, renziani e Italia Viva rientrano o non rientrano a pieno titolo nella maggioranza di governo e votano la fiducia al Conte ter ? E da cosa dipende? Questi i quesiti che dovrà chiarire il confronto diretto. Possibilmente aspro e polemico, ma che dovrà sancire l’effetto araba fenice del Conte ter che rinasce dalle ceneri, ovvero decretare il definitivo naufragio della maggioranza uscente e il fallimento del mandato affidato dal Quirinale al Presidente della Camera. La vigilia del decisivo faccia a faccia evidenzia le differenti posizioni e prospettive dei leader e delle forze politiche:Renzi 5 Stelle e Pd a confronto su accordo o addio

I 5 Stelle si presentano al confronto sovraesposti dalle minacce di scissione dei parlamentari che dopo le reciproche accuse al veleno fra grillini e Italia Viva vedono la reunion politica con Renzi come il fumo negli occhi. Se la frattura dovesse allargarsi potrebbero non essere in grado di garantire la fiducia.Renzi 5 Stelle e Pd a confronto su accordo o addio

Il Pd punta tutto sul Conte e sulle prospettive della spaccatura dei senatori di Italia Viva che potrebbero non seguire Renzi in caso di rottura definitiva. Ma al Nazareno l’articolo di Concita De Gregorio su Repubblica sul popolo della sinistra che dopo Berlinguer si ritrova Zingaretti, sta provocando un effetto carsico dagli sviluppi imprevedibili.Renzi 5 Stelle e Pd a confronto su accordo o addio

Renzi ha due alternative: disco verde al Conte ter con garanzia di ministeri chiave, golden share sul recovery plan, eventuale nomina di un Prefetto super partes all’emergenza Covid e vari altri impegni;

Disco giallo ad nuovo governo Conte in attesa che venga discussa la richiesta di invertire la rotta sulla prescrizione e rimodulazione della riforma della giustizia, che vengano accolte la scelta condivisa del ministro dell’economia, l’ avvio di trattative per un compromesso con Bruxelles per un diverso ricorso al Mes, la tempestiva operatività per l’avvio delle grandi opere e dei cantieri dei lavori pubblici già decisi, la rideterminazione del reddito di cittadinanza e degli interventi a sostegno delle imprese.

Alternative destinate a mettere a dura prova la tenuta dei 5 Stelle e dello stesso Pd.

In comune le posizioni e le strategie di 5 Stelle, Pd e renziani prevedono una massiccia dose di finte e alibi che puntano a  far precipitare le contraddizioni interne degli interlocutori. Prospettive che fanno prevedere un lunedì all’insegna di “ chi la dura la vince” ,  che mette in forse lo sbocco della crisi politica.Renzi 5 Stelle e Pd a confronto su accordo o addio

Facebook Comments
Condividi