Ruffini Minenna e Agostini avanguardia delle nomine

0
616
Ruffini Minenna e Agostini avanguardia delle nomine
Condividi

Respinto l’arrembaggio di Salvini, il Governo ha avviato il primo step della valanga delle circa 400 nomine pubbliche, che dovranno essere decise entro il 2020.Ruffini Minenna e Agostini avanguardia delle nomine

Il Consiglio dei Ministri, su proposta del Ministro dell’economia Gualtieri ha ufficializzato la nomina, già decisa nei giorni scorsi, di Ernesto Maria Ruffini alla direzione dell’Agenzia delle entrate, di Marcello Minenna alla direzione dell’Agenzia  delle dogane e dei monopoli e di Antonio Agostini alla direzione dell’Agenzia del demanio. Dal 2017 al 2018 Ruffini  ha già ricoperto il ruolo di Direttore dell’Agenzia delle Entrate, mentre Minenna dopo una brevissima esperienza amministrativa nella Giunta Raggi a Roma aveva assunto l’incarico di responsabile dell’ufficio Analisi Quantitative e Innovazione Finanziaria della Consob.

Archiviate dopo tanti rinvii le nomine dei direttori delle Agenzie fiscali, l’esecutivo dovrà ora occuparsi delle tre autorità di vigilanza che da tempo attendono i nuovi vertici: Anticorruzione, Privacy e Agcom.

L’Anticorruzione è guidata da tre mesi consigliere dal anziano Francesco Merloni che sostituisce il dimissionario Raffaele Cantone, mentre i consigli di Privacy e Agcom, scaduti dall’ estate scorsa, sono stati prorogati per due volte fino al 31 marzo 2020.

All’Agcom, in particolare, il futuro consiglio dovrà anche nominare il nuovo segretario generale in sostituzione di Riccardo Capecchi, ex tesoriere del think tank Vedrò di Enrico Letta, scaduto a dicembre.

Il Parlamento dovrebbe votare su Privacy e Agcom il prossimo 18 febbraio. Di particolare rilevanza politica ed economica il rinnovo da parte del Governo delle partecipate pubbliche. Con le annuali assemblee di bilancio scadono infatti i consigli di amministrazione di Enel, Eni, Poste, Finmeccanica e Terna.Ruffini Minenna e Agostini avanguardia delle nomine

Facebook Comments
Condividi