Addio al Presidente del maxi processo Giordano

0
1087
Addio al Presidente del maxi processo Giordano
Condividi

Aveva il coraggio e la schiena dritta degli uomini onesti e giusti Alfonso Giordano, il Presidente del primo storico maxi processo alla mafia, spentosi a Palermo all’età di 93 anni.Addio al Presidente del maxi processo Giordano

“Ho fatto semplicemente il mio dovere “ rispondeva il Presidente Giordano a chi, nei vari anniversari della sentenza del maxi processo, gli chiedeva come mai lui magistrato del Tribunale civile avesse accettato un incarico così delicato e rischioso.

Addio al Presidente del maxi processo Giordano
Alfonso Giordano

Ed invece, nella Palermo degli anni Ottanta, fu l’unico magistrato a non tirarsi indietro, come alcuni altri suoi colleghi, e ad accettare di dirigere la Corte d’assise del primo grande processo a cosa nostra con 475 fra boss e gregari imputati, istruito da Giovanni Falcone, Paolo Borsellino e dalla Procura della Repubblica palermitana. Maxi processo che si svolse nell’aula bunker costruita appositamente accanto al carcere dell’Ucciardone fra il 10 febbraio 1986 e il 16 dicembre 1987.

Addio al Presidente del maxi processo Giordano
Paolo Borsellino e Giovanni Falcone

” Ho rappresentato lo Stato nel processo antimafia più importante e decisivo – ha affermato in una recente intervista al Riformista – Il nostro compito era quello di non fare sconti a nessuno, e non ne abbiamo fatti. Diciannove ergastoli, poi confermati in appello e in Cassazione significano che lo Stato con la mafia faceva sul serio e ci andava giù duro”.

Addio al Presidente del maxi processo Giordano
Piero Grasso

Commosso il ricordo dello scomparso Presidente Giordano espresso dal Senatore Piero Grasso, magistrato ed ex Presidente del Senato che fu il giudice a latere del maxiprocesso. “Ho condiviso con Alfonso Giordano  tre anni di lavoro, di impegno e di sacrificio –  ha dichiarato Grasso al Giornale di Sicilia –  Accettò l’incarico con coraggio e seppe governare l’aula-bunker nonostante le insidie, le difficoltà e i tanti momenti di tensione che hanno caratterizzato i lunghi mesi delle udienze del processo più grande di sempre. Ho vividi ricordi dei trentacinque giorni che, insieme ai giudici popolari, passammo rinchiusi nella camera di consiglio per esaminare e decidere il destino processuale delle centinaia di imputati. Quella sentenza sancì l’esistenza, una volta e per sempre, di Cosa nostra. Abbiamo tutti il dovere – ha concluso Piero Grasso – di ricordare la sua figura ai più giovani.”Addio al Presidente del maxi processo Giordano

“Il nome del presidente Giordano resta indimenticabile e scritto nella storia di liberazione del nostro paese e della nostra città dalla criminale ipoteca della mafia e dal suo sistema di potere affaristico e politico” ha sottolineato il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando .

Addio al Presidente del maxi processo Giordano
Leoluca Orlando
Facebook Comments
Condividi