HomeRisvoltiCause e retroscena della tragedia in corso in Iran

Cause e retroscena della tragedia in corso in Iran

Margelletti: analisi della tragedia in corso in IranCause e retroscena della tragedia in corso in Iran

Specchio di tutte le tragedie del medio oriente, l’Iran rischia di precipitare in un bagno di sangue. Disperata e senza appoggi da parte delle forze armate, rigidamente controllate dai fondamentalisti, la rivolta degli studenti, esplosa in tutte le università e le città del paese, è destinata ad essere repressa con arresti ed esecuzioni di massa.

Sulla pelle dei giovani iraniani si stanno decidendo numerose sfide internazionali e all’interno della stessa ex Persia. E paradossalmente i falchi internazionali, determinati a relegare l’Iran ai margini dell’economia globale, sono di fatto alleati con i nemici di sempre: i nostalgici del regime komeinista.

“Un cinico gioco al massacro che rischia di deflagrare” denuncia Andrea Margelletti, Presidente del Centro Studi Internazionali ed esperto di  intelligence e strategie geopolitiche.

Cause e retroscena della tragedia in corso in Iran andrea margelletti
Andrea Margelletti
  • Nonostante le decine di vittime e la repressione la protesta dilaga. Fino a quando ?

“L’Iran è un paese giovane, protesto verso lo sviluppo e l’Occidente. Ma gli studenti non ce la fanno in più, sono socialmente, culturalmente ed economicamente soffocati. La rivolta nasce dalla certezza della fine delle speranze di ottenere le riforme tanto attese e promesse dal Presidente Rouhani, che i giovani hanno votato in massa. Riforme che nonostante le intenzioni, Rouhani non può varare per assoluta mancanza di risorse a causa dell’isolamento internazionale dell’Iran”

Cause e retroscena della tragedia in corso in Iran rouhani
Il Presidente iraniano Hassan Rouhani
  • Mancanza di risorse causate anche dai dispendiosi interventi a Gaza, in Libano e in  Siria. E i conservatori eredi dell’intransigenza komeinista?

“ I fondamentalisti stanno a guardare. Logorano Rouhani e i riformisti, in attesa che la situazione precipiti e si vada a nuove elezioni, che contano di vincere per restaurare il regime degli ayathollah

  • Senza uno spiraglio, un compromesso che possa dare una mano agli studenti, si va verso un bagno di sangue?

“ E’ una previsione che purtroppo va presa in considerazione”

  • Alternative?

“ L’apertura dell’occidente alle immense potenzialità commerciali e energetiche dell’Iran”

  • Prevarrà la realpolitik o il cinismo della sindrome della guerra fredda?

“ La sindrome della guerra fredda si alimenta creando o ingigantendo nemici….”Cause e retroscena della tragedia in corso in Iran

 

 

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3490 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3490 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
14 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS