Cohen incastra Trump e rivela altre indagini

0
Condividi

Pubblichiamo le sintesi degli articoli del New Work Times e del Washington Post sulle gravi accuse che nell’audizione dinnanzi al Congresso degli Stati Uniti Michael Cohen, per oltre dieci anni Avvocato personale di Donald Trump, ha rivolto contro il Presidente. Accuse che stanno avendo vasta eco sui media americani e di tutto il mondo e che fanno passare in secondo piano l’importante vertice di Hanoi fra Trump e il nord Coreano Kim Jong Un

Cohen incastra Trump e rivela altre indagini campo del New York Times a Donald TrumpCohen incastra Trump e rivela altre indagini

In una delle più drammatiche udienze del Congresso degli ultimi anni, Michael Cohen, una volta tra i più fidati aiutanti e avvocati del presidente Trump, ha puntato il dito contro il suo ex capo, accusandolo di comportamento criminale, disonestà e razzismo.

Ecco i punti salienti più importanti :

  • Michael  Cohen ha fornito documenti tra cui copie di assegni e rendiconti finanziari
  • L’Avvocato Cohen ha presentato la vita nel “mondo di Trump” come un patto faustiano in cui lui e altri hanno sacrificato la loro integrità per il “potere inebriante” del potere.
  • Cohen ha riconosciuto di aver mentito sotto giuramento al Congresso riguardo a un progetto della Trump Tower a Mosca, dicendo che stava cercando di proteggere Trump. Ma ora ha affermato testualmente “Non sto più proteggendo il signor Trump”.
  • Cohen ha detto di non avere prove di collusione con la Russia ma ha avuto dei sospetti.
  • L’avvocato di Trump ha detto che l’obiettivo del pagamento in denaro versato alla star dei film pornografici Stormy Daniels è stato quello di impedirle di raccontare la sua storia e mettere in imbarazzo il Presidente.
  • Questa la valutazione del Presidente che Cohen ha formulato al Congresso: “È un razzista. Un truffatore. Lui è un imbroglione.

I repubblicani hanno tentato di demolire la credibilità del’ex legale di fiducia del Presidente, sottolineando che andrà in prigione per due mesi per aver avere ammesso di aver mentito al Congresso.

Cohen incastra Trump e rivela altre indagini

Non sto più coprendo Trump ha ribadito l’ex avvocato che ha accennato ad altre indagini riguardanti il Presidente e che non sono pubbliche

Durante la  testimonianza al Comitato di supervisione della Camera, Michael Cohen ha infatti  eluso una domanda sulla sua ultima conversazione con il presidente Trump, affermando che l’argomento “è attualmente oggetto di indagine da parte del distretto meridionale di New York“.

Michael Cohen ha in particolare dichiarato al Comitato di supervisione della Camera che il presidente Trump era a conoscenza del piano di Wikileaks di pubblicare e-mail illegali da parte del comitato democratico.

L’ex avvocato del presidente ha affermato di essere stato rimborsato per aver pagato Stormy Daniels, che minacciava di rivelare una passata relazione passata con Trump. Cohen ha specificato che i pagamenti a Stormy Daniels sono stati su disposizione e sotto il controllo di  Trump  che nel 2017 ha firmato per i “soldi silenziosi”. Tanto che il legale ha confermato di essere stato rimborsato  per i pagamenti alla Daniels.

I repubblicani hanno ripetutamente interrogato la credibilità di Cohen il quale  si è scusato per le bugie passate al Congresso.

L’ex avvocato del presidente ha affermato di essere stato rimborsato per aver pagato Stormy Daniels, che minacciava di rivelare una passata relazione passata con Trump. Cohen ha specificato che i pagamenti a Stormy Daniels sono stati su disposizione e sotto il controllo di  Trump  che nel 2017 ha firmato per i “soldi silenziosi”. Tanto che il legale ha conferma per i pagamenti alla Daniels.

 

 

Condividi