Donne alle prese con l’età dell’uomo senza età

0
Condividi

Cuore & Batticuore

Rubrica settimanale di posta. Sentimenti passioni amori e disamori. Storie di vita e vicende vissuteDonne alle prese con l'età dell'uomo senza età

By Violetta di luglio

Fino a non molto tempo addietro eravamo noi donne a non volere rivelare l’età… Beh, ancora adesso, per la verità, parecchie donne preferiscono non fare conoscere la propria data di nascita. Premetto che non faccio parte di questo gruppo, ho 56 anni e sono contenta quando arriva il nuovo anno nella mia vita. Sono viva, sto bene, continuo a vivere, gioisco dei doni di questa meravigliosa vita! La mia vita non è stata e non è facile, ma rifarei tutto!

Ritornando all’età dell’uomo senza età, mi stupisco di incontrare uomini che glissano sulla loro età. Alla domanda: “quanti anni hai? che età hai? di che anno sei? Quando sei nato?” ecc., omettono la risposta oppure affermano: “quanti me ne dai? siamo più o meno coetanei” ecc..

Mi chiedo: come mai? Si sono femminilizzati? Hanno timore di non apparire ancora virili? Prima l’uomo decisamente o soltanto più grande era molto richiesto, oggi forse non più? Siamo state noi donne ad averlo inibito? Siamo noi donne che appariamo forti a impedirgli di manifestarsi liberamente? Non so, lascio dei punti interrogativi per potere, ove vi andasse, interloquire sull’argomento. Mi sovviene una massima di Oscar Wilde, utile per le donne e per gli uomini che non hanno timore di rivelare la loro età e che osano: “Mai fidarsi di una donna che dice la sua vera età. Una donna capace di quello, è capace di tutto.”

Chiudo invitandovi a guardare il cielo nella notte delle stelle cadenti del 2018Donne alle prese con l'età dell'uomo senza età

Da Aristotele a Wilhelm Schmid, il filosofo tedesco anti aging,  l’eterno dibattito sull’età tende in realtà all’eternità. Il comico Bob Hope, scomparso a cento anni, sosteneva che esiste un preciso momento in cui ci si accorge d’essere irrimediabilmente vecchi: quando le candeline costano più della torta di compleanno…Lo psicologo Giovanni Soriano sostiene che ciascuno porta dentro di sé, seminascosto sotto il cumulo degli anni, un giovane incredulo dinanzi alla propria età. Ma il concetto che più ci convince è quello espresso dallo scrittore francese Jules Renard, secondo il quale si è davvero vecchi quando si comincia a dire: “Non mi sono mai sentito così giovane”.

Indirizzare lettere e risposte a:                                      CuoreBatticuorezerozeronews@gmail.com

Condividi