Doppietta Red Bull in Spagna nuova beffa per Ferrari

0
743
Doppietta Red Bull in Spagna nuova beffa per Ferrari
Condividi

by Vincenzo Bajardi

La Ferrari, reduce dalla beffa di Miami, nel Premio di Spagna, sesto appuntamento del Mondiale di F1, nonostante gli sviluppi tecnici, delude dopo la pole di Leclerc costretto al ritiro al 27° giro, tradito dal motore.Doppietta Red Bull in Spagna nuova beffa per Ferrari

“Lo stop Ferrari fa male ma il Mondiale è lungo”, l’amaro commento del monegasco. A primeggiare, nonostante problemi alla telemetria, è stato Verstappen con la Red Bull al quarto successo stagionale, una Red Bull che ha fatto en plein con il messicano Perez ottimo secondo a 13″072, terzo uno splendido Russell con la Mercedes a 32″927, quindi Sainz a45″208 ed  Hamilton che ha recuperato dalla 19esima posizione del primo giro a 54″534, sesto posto per Bottas con l’Alfa Romeoa 59″976.

Un Verstappen che si porta in testa al Mondiale con 110 punti, + 6 sul monegasco e l’olandese aggancia Fangio nella classifica dei Gp vinti in carriera. Terzo podio stagionale per Perez che senza ordini di scuderia forse avrebbe potuto anche vincere. Per lui è il 18 ° podio in carriera.  Secondo podio nel 2022 per Russell, il terzo da quando corre in F1.

Classifica Piloti: Verstappen 110, Leclerc 104, Perez 85, Russell 74, Sainz 65, Hamilton 46.

Classifica Costruttori:Red Bull 195, Ferrari 169, Mercedes 120, Mclaren 50, Alfa Romeo 39. Doppietta Red Bull in Spagna nuova beffa per Ferrari

Partenza. Sulla pista di Montmelò a Barcellona (66 giri), autentica fornace per l’elevata temperatura, Leclerc manteneva la posizione con un vantaggio di 1″177 su Verstappen, di 3″675 su Russell e di 4″706 su Perez, quindi Sainz attardato di 6″189. Contatto fra Magnussen e Hamilton con quest’ultimo che rientra ai box per aver forato la gomma anteriore sinistra nell’impatto, ripartendo in 19esima posizione. Il battistrada pigiava a fondo non lasciando spazio all’olandese.

Situazione immutata al 10° giro con Leclerc che incrementa il vantaggio sulla Red Bull di Verstappen, mentre a sorpresa Russell approfittava dell’inattesa uscita di pista di Verstappen, ma doveva cedere il passo ad uno scatenato Perez balzato secondo. Rientravano ai boxRussell e Verstappen con Leclerc leader al 18° giro con oltre 30″ su Russell e Verstappen,quindi, Perez.

Il battistrada continua senza pit-stop nel tentativo di ridurre addirittura ad una la sosta ai box mentre si assiste ad una vistosa rimonta di Sainz ora settimo.Doppietta Red Bull in Spagna nuova beffa per Ferrari

Al 21° giro Leclerc si ferma ai box ma rientra con 4″666 di vantaggio su Russell e di 5″503 su Verstappen,quindi Perez, Bottas, Sainz, Ocon e Norris.

Verstappen ora è virtualmente al comando del Mondiale. Colpo di scena al 27° giro: Leclerc è costretto al ritiro per un problema tecnico.

Tre giri dopo la Red Bull di Perez assume l’iniziativa sulla Mercedes di Russell con un vantaggio di 2″634 e su Verstappen a 11″871, quindi Bottas, Ocon, Norris, Sainz (fermatosi per montare le gomme gialle) a  42″510, Hamilton a 51″643.

Al 37° giro rientrava anche Perez e Verstappen assumeva l’iniziativa con 16″909 sul compagno di squadra Perez, quindi Russell a 21″828. Al 45° giro si ferma Verstappen e rientra a 5″ dal compagno Perez ma arrivano ordini di scuderia e balza al comando in barba al disappunto del messicano.

Facebook Comments
Condividi