HomeRassegna StampaGenerale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  

Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  

Hanno suscitato perplessità, ma anche un qualche interesse, le considerazioni strategiche di un generale a quattro stelle dell’Air Force degli Stati Uniti, riportate nell’articolo del Washington Post che sintetizziamo, riguardo ai piani della Cina di scatenare una guerra nel 2025.Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  

Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  La Cina potrebbe essere in guerra con gli Stati Uniti tra due anni. E’ quanto ha previsto un alto generale dell’aeronautica militare in un roboante e insolito promemoria alle truppe sotto il suo comando, che  anticipa i tempi di un potenziale conflitto preventivati da altri alti funzionari della Dipartimento della difesa.

Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  
Il Generale dell’Usaf Michael Minihan

Il generale Michael A. Minihan, che come capo dell’Air Mobility Command sovrintende alla flotta di aerei da trasporto e rifornimento della difesa, ha avvertito il personale di accelerare i preparativi per un potenziale conflitto, previsto sulla base della strategia del Presidente cinese Xi Jinping. Strategia che si potrebbe avvalere della possibilità che gli americani non presteranno attenzione agli eventi finché non sarà troppo tardi.

“Spero di sbagliarmi”, ha scritto Minihan. “Il mio istinto mi dice che combatteremo nel 2025. Xi si è assicurato il suo terzo mandato e ha istituito il suo consiglio di guerra nell’ottobre 2022. Le elezioni presidenziali di Taiwan sono nel 2024 e offriranno a Xi un’alibi. Le elezioni presidenziali negli Stati Uniti sono nel 2024 e offriranno a Xi un’America distratta. Le circostanze, la ragione e l’opportunità di Xi sono tutte allineate per il 2025″.Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  

Il promemoria di Minihan incoraggia le migliaia di truppe sotto il suo comando a prepararsi alla guerra sotto molti altri aspetti. Tutto il personale che fa rapporto a lui dovrebbe viene istruito “mettere in ordine i propri affari personali” ed essere più rigorosi riguardo all’addestramento.

Il promemoria, riportato per la prima volta venerdì da NBC News , è datato 1 febbraio, ma è già stato distribuito ai comandanti subordinati di Minihan.

Una portavoce dell’Air Force ne ha verificato l’autenticità e in una dichiarazione condivisa con i media dopo che il promemoria ha iniziato a circolare sui social, ha affermato che le disposizioni di Minihan “si basano sugli sforzi fondamentali dell’anno scorso da parte dell’Air Mobility Command per preparare le Air Mobility Forces per un futuro conflitto, se la deterrenza dovesse fallire”.

Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  
F-16 Usa

Un portavoce del Pentagono, ha detto che la strategia di difesa nazionale degli Stati Uniti chiarisce “che la Cina è la sfida stimolante del Dipartimento della Difesa” e che i funzionari statunitensi stanno lavorando con alleati e partner per “preservare l’area dell’ indo-pacifico pacifico, libera e aperta .”

Secondo gli ambienti della difesa statunitense, comunque i commenti di Minihan “non sono rappresentativi del punto di vista del dipartimento sulla Cina”.

Prima di assumere l’incarico di Air Mobility Command nel 2021, Minihan ha ricoperto una serie di ruoli influenti nel Pacifico a partire dal 2013.Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  

Il promemoria del generale coincide con uno sforzo del Pentagono per ripristinare un’organizzazione militare standard dopo 20 anni di guerre di controinsurrezione in Medio Oriente e mentre l’amministrazione Biden continua a riversare in Ucraina miliardi di dollari di assistenza alla sicurezza per respingere l’invasione russa.

Alti funzionari statunitensi hanno avvertito da tempo che una Cina in ascesa potrebbe lanciare un assalto a Taiwan. Il Dipartimento della Difesa definisce da anni la Cina come la principale preoccupazione a lungo termine, evidenziando la rapida espansione militare e il risoluto atteggiamento di Pechino negli ultimi anni.

Ma gli esponenti dell’amministrazione Biden hanno finora offerto messaggi altalenanti su se e quando la Cina potrebbe tentare di invadere Taiwan.

Nel 2021, l’ammiraglio Phil Davidson, allora capo del comando indo-pacifico degli Stati Uniti, predisse che Pechino avrebbe potuto fare un simile tentativo entro il 2027. Da allora quella linea temporale è stata soprannominata ” la finestra di Davidson ” da alcuni studiosi di sicurezza nazionale.

L’alto ufficiale della Marina, l’ammiraglio Mike Gilday, ha dichiarato a ottobre che il suo servizio deve prepararsi per “una finestra potenzialmente del 2023. “Non posso escluderlo. Non intendo affatto essere allarmista dicendo questo, è solo che non possiamo escludere che ci sia questa eventualità” ha affermato l’ Ammiraglio.Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  

Alla luce delle preoccupazioni per la Cina, il Pentagono ha cercato di espandere le partnership militari in tutto il Pacifico. Questo mese, i governi degli Stati Uniti e del Giappone hanno rivelato che un’unità del Corpo dei Marines sull’isola giapponese di Okinawa sarà riorganizzata e potenziata e messa in grado di difendere le isole della regione e lanciare missili a lungo raggio contro gli avversari.

Il segretario alla Difesa Lloyd Austin, parlando l’11 gennaio durante una conferenza stampa insieme a funzionari giapponesi, ha affermato che gli Stati Uniti hanno osservato un “comportamento molto provocatorio” da parte delle forze cinesi nel tentativo di forzare le norme internazionali. Ma ha anche minimizzato le preoccupazioni che la Cina possa lanciare un assalto a Taiwan in tempi brevi.

“Abbiamo visto una maggiore attività aerea”, ha detto Austin. “Abbiamo visto aumentare l’attività delle navi di superficie intorno a Taiwan. E ancora, crediamo che si sforzino di stabilire una nuova normalità, ma che ciò significhi o meno che un’invasione è imminente, ne dubito seriamente”.

Minihan, che è entrato nell’Air Force come pilota di C-130, ha già catturato l’attenzione per il suo linguaggio stridente e colorato.

A settembre, in una conferenza militare fuori Washington, ha affermato che fra tutte le forze armate statunitensi l’Air Force ha causato il più grande “mucchio di morti fra i nemici della nostra nazione” all’interno delle forze armate.Generale Usa: nel 2025 sarà guerra fra Cina e Stati Uniti  

 

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3496 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3496 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
14 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
5 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS