HomeRisvoltiLa babele politica che rischia di affondare l’Italia

La babele politica che rischia di affondare l’Italia

La babele della maggioranza sul Covid rischia di far saltare il Governo. Una irresponsabilità non soltanto di estrema gravità, ma davvero tragica, che provocherebbe il caos sanitario e amministrativo nel momento di maggiore criticità della diffusione dei contagi quotidiani, che lambiscono ormai quota duecentomila, dell’impennata dei ricoveri in terapia intensiva e l’aumento delle vittime.La babele politica che rischia di affondare l’Italia

Dopo aver tentato di mediare fra le opposte tendenze delle forze politiche, con la Lega contraria all’obbligo vaccinale per gli over 50, ma favorevole soltanto per gli ultra 60 enni, i 5 Stelle divisi fra favorevoli e contrari alla stretta dell’obbligo del vaccino, Pd, Fi, sinistra e renziani, decisamente convinti della necessità dell’obbligo a partire dai 50enni, il Premier Mario Draghi ha scongiurato in extremis con risoluta fermezza quello che si sarebbe trasformato in un vero disastro per il Paese, imponendo al Governo di introdurre l’obbligo di vaccinazione per gli over 50. Un obbligo destinato ad azzerare la diffusione dei contagi provocata dai no vax e dallo stillicidio dei tamponi e mette in sicurezza trasporti, infrastrutture e servizi pubblici.La babele politica che rischia di affondare l’Italia

La rotta di collisione fra i partiti di maggioranza, in una materia tanto delicata quanto determinante per la salute pubblica, evidenzia purtroppo il grado di inaffidabilità della politica.

Veleni e interessi inconfessabili, che attraversano da mesi partiti e gruppi parlamentari si sono talmente acuiti e riversati sull’attività di governo e sul parallelo scenario dell’elezione del 13° Presidente della Repubblica da rendere ancora più inquietante il contesto politico del Paese.

Illudendosi di inseguire consensi elettorali per non perdere potere e ruoli parlamentari, alcuni leader e alcune forze politiche non si rendono conto di mettere a repentaglio la vita, il lavoro, gli equilibri sociali e il rapporto con le istituzioni e le amministrazioni pubbliche degli Italiani. Di tutti gli Italiani, che in ogni caso alle elezioni non potranno non ricordarselo.

Alla famosa frase di Tocqueville, uno dei padri del pensiero liberale: “Le società devono giudicarsi per la loro capacità di fare in modo che le persone siano felici”, bisogna cioè aggiungere : ” e sopravvivano”.La babele politica che rischia di affondare l’Italia

 

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3472 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3472 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
34 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
14 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
12 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
2 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS