L’abominevole patria dei pedofili

0
889
L’abominevole patria dei pedofili
Condividi

Pedofili top secretL’abominevole patria dei pedofili

Lo scandaloso caso del Delaware, lo stato americano che di fatto garantisce l’anonimato e l’impunità ai siti criminali, a cominciare da quelli pedofili. Considerato il paradiso delle imprese, al punto da ospitarne più di quanti siano gli abitanti, il  Delaware sulla costa est, a un centinaio di miglia da Washington, è il secondo stato più piccolo degli Stati Uniti. Gli abitanti sono circa 950 mila, ma il numero delle aziende, on line e non, è in continuo aumento ed ha già superato quota un milione e 300 mila. In un solo edificio sono registrate 285 mila società a responsabilità limitata.L’abominevole patria dei pedofili

Secondo la  Sunlight Foundation, associazione senza scopo di lucro che effettua controlli e monitoraggi per l’integrità del web, “fondare una società in Delaware è semplicissimo, veloce ed economico. Per tutelare la privacy la legge consente di non rendere noti i titolari delle aziende e per criminali ed evasori fiscali  è un gioco da ragazzi aprire siti porno e pedofili o creare una società per il riciclaggio di denaro illecito e accedere al sistema bancario statunitense”. Sulla rete il Delaware è diventato la patria del  top dei bordelli online , un deep web all’aperto che ospita parte del traffico di esseri umani e di minori.L’abominevole patria dei pedofili

Fra i siti più pericolosi che non si riesce a rimuovere e a tracciare viene indicato in particolare l’esempio di un network gestito da efferati pedofili che vendono all’asta bambini.  Un’abominevole e ininterrotta asta di minori.

Vicende raccapriccianti che non si riesce a bloccare nonostante siano state  denunciate da un report ufficiale del Senato degli Stati Uniti, risalente al 2017. La denuncia evidenzia come il sito sia coinvolto nel 73% dei circa 10 mila casi di tratta di minori segnalati ogni anno dal National Center for Missing and Exploited Children. Il network pedofilo è attivo in 97 paesi in tutto il mondo e offre servizi in 943 località.  “È regolarmente online perché formalmente legale e anche se lo vorremmo chiudere non abbiamo l’autorità per farlo” sostengono le autorità statali del Delaware.L’abominevole patria dei pedofili

Facebook Comments
Condividi