HomeRisvoltiLatitudini di guerra scenari senza pace

Latitudini di guerra scenari senza pace

Dall’inglese War, al russo Voyna, dal cinese Zhànzhēng, all’arabo harb, all’africaans Oorlog: é la tragica realtà della parola guerra a sconvolgere il passaggio al nuovo anno.

Un panorama di disumanità perfino difficile da quantificare per il moltiplicarsi dei conflitti locali, in Africa, nel sud est asiatico e in America latina, che fanno da sfondo all’accentuarsi delle crisi internazionali e delle guerre in corso in Medio Oriente, in Ucraina, Yemen, Nigeria e Myanmar.  Latitudini di guerra scenari senza pace

L’orrore e la disperazione delle immagini di Gaza e del martirio del popolo senza terra usato come carne da macello da Hamas e le sequenze dei quasi due anni di sistematica devastazione dell’Ucraina da parte della Russia di Putin, superano in una sorta di classifica dell’inferno l’impatto dei filmati delle battaglie storiche di Stalingrado e Okinawa e si avvicinano ai rallenty da fine del mondo di Hiroshima e Nagasaki.

In bilico fra trattative di tregua e l’allargamento del conflitto al Libano, contro le milizie Hezbollah e al Mar Rosso per arginare gli assalti degli Houthi yemeniti contro le rotte commerciali, a Gaza l’esercito israeliano sta completando la distruzione dei bunker sotterranei di Hamas per avviare la smilitarizzazione della striscia palestinese.Latitudini di guerra scenari senza pace

Sul fronte ucraino, mandata allo sbaraglio da Mosca per sostenere la campagna elettorale del quinto mandato presidenziale di Putin, l’armata russa sta tentando tutta una serie di attacchi contro le linee delle forze di Kiev.

Un’offensiva più propagandistica che effettiva, appoggiata tuttavia dalla massiccia intensificazione di attacchi missilistici e di bombardamenti sulle infrastrutture civili dell’Ucraina.

Per l’intelligence occidentale é la prova che Corea del Nord, Iran e in parte la Cina stanno rifornendo di armamenti la Russia. Dietro la risacca degli aiuti militari di Stati Uniti, Inghilterra ed Europa all’Ucraina, si celerebbe in realtà l’avvio anticipato dell’operatività degli F16 e dei sistemi missilistici Atacms a lunga gittata.

Lo dimostra il notevole aumento registratosi nelle ultime settimane degli abbattimenti di caccia bombardieri e di missili russi, nonché i bombardamenti di precisione dei depositi oltre le linee e della flotta di Mosca nel mar Nero.

Anche se ci credono in pochi, le crescenti difficoltà delle prime linee, il progressivo aumento delle proteste delle madri e delle mogli dei soldati russi e l’esigenza di una campagna elettorale senza i lugubri rintocchi dei continui funerali dei caduti al fronte, potrebbe far propendere Putin a trattare una tregua.

In Medio Oriente e Ucraina gli scenari internazionali del mondo in guerra prospettano l’acuirsi di conflitti che stanno determinando i più alti rischi di scontro nucleare degli ultini 60 anni, esattamente dalla crisi dei missili sovietici a Cuba.

Il terzo conflitto potenzialmente più pericoloso a cavallo del nuovo anno é quello in corso da 9 anni nello Yemen, con i miliziani islamici Houthi che manovrati da Iran e Russia puntano a destabilizzare il Mar Rosso e l’accesso al Canale di Suez. Una minaccia strategica dirompente in grado di paralizzare gli interscambi marittimi internazionali.

Le altre due guerre civili dimenticate che infiammano l’Africa e il sud est asiatico sono quelle del Niger e del Myanmar.

latitudini di guerra scenari senza pace
Aung San Suu Kyi

Il colpo di stato di luglio a Niamey segue quelli avvenuti in Gabon e Mali, che stanno stravolgendo l’intera area del Sael e rinfocolando la guerra civile in Congo.

In Myanmar dopo il golpe militare dell’inizio del 2021, e l’arresto della leader e premio Nobel per la pace Aung San Suu Kyi, la popolazione nonostante la sanguinosa repressione dell’esercito prima é scesa in strada pacificamente e poi ha iniziato una resistenza armata senza precedenti, che vede uniti gli eserciti etnici Karen, Karenni, Kachin, Chin, Shan, Arakan e il governo clandestino.

Sullo sfondo della rivendicazione dell’isola di Taiwan,  il baricentro delle tensioni nell’area indo pacifico resta il confronto tra Cina e Stati Uniti. Anche se frenato dalla crisi economica che da mesi investe Pechino, l’espansionismo militare  cinese ha spinto Washington Londra e Camberra a stipulare una alleanza operativa  sul modello della Nato  e a dotare l’Australia di sottomarini nucleari.latitudini di guerra scenari senza pace

Un’Aukus, dalle iniziali di Australia, Regno Unito e Usa, aperta all’India e al Giappone per contrastare in particolare la crescente aggressività cinese nella captazione di informazioni dai cavi sottomarini di internet e per condurre estrazioni minerarie in acque profonde.

A tutte le latitudini, nell’istantanea della situazione internazionale, l’utilizzazione della parola guerra distanzia infinite volte quella del termine pace. E soprattutto si tratta di guerre che non contemplano la pace, ma la soffocano.latitudini di guerra scenari senza pace

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3449 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3449 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
30 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
12 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
8 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS