HomePagineLunga vita all’inesauribile magia del rock di Robert Plant

Lunga vita all’inesauribile magia del rock di Robert Plant

PAGINE

Rubrica di critica recensioni anticipazioniLunga vita all’inesauribile magia del rock di Robert Plant

by Adriana Piancastelli

Contaminato da blues, country, folk, con ispirazioni ai canti gallesi o a certe struggenti note lunghe afroamericane, ma profondamente rock da artista non solo front man riccioli biondi e jeans a pelle di una band in grado di inventare e reinventare brividi.Lunga vita all’inesauribile magia del rock di Robert Plant

Ostia antica, sole rosso che tramonta su rovine di bellezza eterna.

Tutte le generazioni presenti e un mago della voce e della presenza scenica con la faccia da totem, piena di vita vissuta, senza concessioni coreografiche, ancora dio degli urli e dei sussurri a tutto tondo.

Lunga vita all’inesauribile magia del rock di Robert Plant
Robert Plant

Robert Plant a 75 anni é un grande, immenso artista. Ha reinventato una band di gente che suona con bravura e passione e fa parlare il linguaggio popolare al banjo e alla fisarmonica, ha scovato in un pub sia Oli Jefferson – batterista curato e potente – sia la vocalist polistrumentista Suzi Dian dotata di una timbrica con un blend angelico.

Con gli altri chitarristi Tony Kelsey e Matt Worley, é nato il progetto Saving Grace che forse diventerà un disco o forse continuerà la scia musicale di stile e leggerezza.Lunga vita all’inesauribile magia del rock di Robert Plant

Nonostante corra per i palchi dal 1966, nonostante le dissolutezze degli anni duri Zeppelin, le note indimenticabili di Starway o Kashmir, i dolori e le disperazioni di un figlio ed un amico fraterno perduti troppo presto, gli anni della coca, dell’ alcol e delle groupies, gli eterni ritorni invocati, i lampi creativi di Bron yr Aur, le fughe in Marocco, il 1994 con Page, il rock egiziano e The Band of the Joy, nonostante sia e sia stato leggenda e respiro del rock, Robert Plant dà ancora l’impressione di fare tutto con classe e stile, fascino e mistero e con la maestria che aggancia il cuore quando concede alla sera una versione splendida di Friends degli indimenticati Zeppelin.

Non c’è nostalgia: tanto blues, un po’ di country e un po’ di folk di vocazione gallese.Lunga vita all’inesauribile magia del rock di Robert Plant

Tanta originalità, professionalità e ancora voglia di sognare.

Questo é il rock vero che suona con le pulsazioni del cuore e sbatte nel diaframma. E poco importa se i sommi sacerdoti hanno capelli bianchi, ragnatele di rughe e occhi stanchi: lunga vita al rock e alle magie perenni che continua a creare.Lunga vita all’inesauribile magia del rock di Robert Plant

Facebook Comments
Adriana Piancastelli
Adriana Piancastelli
Senior Osint and Media Analyst. Ha praticato il mondo delle investigazioni e dell’intelligence. Appassionata di mare cani rock e figlia non necessariamente in quest’ordine.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3476 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3476 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
35 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
14 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
12 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
2 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS