HomeNomine & CandidatureNomine e rotte di collisione della politica

Nomine e rotte di collisione della politica

 

Sarà la stagione delle nomine a fare localizzare la rotta invisibile dei diversi sommergibili, con i siluri pronti al lancio, che navigano a quota periscopio nel mare della politica.Nomine e rotte di collisione della politica

Sulla carta il sottomarino più tecnologico è quello appena varato dell’Italia Viva di Matteo Renzi, che dispone di satelliti e droni audio video virtuali, e perfino delle classiche quinte colonne, in grado monitorare tutta l’area archeologica e neo zingarettiana del Pd, le costellazioni dei 5 Stelle, i rigurgiti della Lega, tutte le insenature di Forza Italia e l’enclave di Fratelli d’Italia.

Non scherza neanche l’avveniristica versione aggiornata,  assimilabile a un sottomarino tascabile, della piattaforma digitale Rousseau che attraverso l’incrocio di dati elaborati dagli algoritmi riuscirebbe a intercettare le tendenze elettorali e a trasmetterle ai 5 Stelle.

Nomine e rotte di collisione della politica
Davide Casaleggio

Più che ad un sommergibile, anche se orfano di Renzi, il Pd è invece paragonabile ad un’astronave che si muove nello spazio-tempo dei vertici delle istituzioni e della burocrazia, le cui generazioni si intersecano e combaciano con i decenni dei governi Dc, di centro sinistra, unità nazionale, prodiani e dem. Un’astronave che, a differenza dei sottomarini, vanta rapporti internazionali e capacità di anticipare e influenzare i mercati. Rapporti difficilmente sostituibili.Nomine e rotte di collisione della politica

Artigianale, ma efficace, anche l’intuitivo sistema sottotraccia che non fidandosi di nessuno Matteo Salvini, pilota personalmente, riuscendo a interpretare e ad assecondare gli stati d’animo popolari degli italiani.

Destinati a essere inglobati dalle unità più grandi, in cambio di promesse di strapuntini elettorali, le motosiluranti di Giovanni Toti e Mara Carfagna, che agitano i marosi già abbastanza tempestosi di Forza Italia.

Nomine e rotte di collisione della politica
Giovanni Toti e Mara Carfagna

Le nomine che rileveranno dove vuole andare a parare il sottomarino di Renzi riguardano gli assetti dell’Intelligence, delle grandi aziende pubbliche, delle infrastrutture, l’informazione radiotelevisiva e non, ed il sistema bancario e finanziario.

Per il Movimento 5 Stelle saranno preminenti gli snodi degli assetti tecnologici, dal 5G alla via della seta, alla digitalizzazione della pubblica amministrazione e della Scuola.Nomine e rotte di collisione della politica

Per il Pd la lettura in controluce delle nomine consentirà di radiografare l’intreccio di poteri delle componenti interne e dei singoli leader.

Nella lunga marcia all’opposizione, per la Lega, in assenza o quasi di sottogoverno, conteranno invece i rapporti di forza a Roma e nelle varie regioni per accaparrarsi il maggior numero di seggi elettorali sicuri nell’ambito del centrodestra.

Tanto che nella Capitale, dove non è affatto scontato che Virgina Raggi completi il mandato, Matteo Salvini ha appena insediato come nuovo proconsole l’ex Sottosegretario al Lavoro Claudio Durignon.

Nomine e rotte di collisione della politica
Matteo Salvini e Claudio Durignon

Una nomina destinata, secondo gli esperti naviganti del Tevere e dintorni, ad infrangersi sugli scogli del crescente consenso soprattutto a Roma e nel Lazio di Fratelli d’Italia.Nomine e rotte di collisione della politica

L’unico partito che a dispetto della labile memoria politica degli elettori continua a vantare la coerente condotta durante il marasma della crisi di Ferragosto. Un’accusa esplicita alla Lega e alla scivolata dell’offerta di Matteo Salvini  della Presidenza del Consiglio a Luigi Di Maio.Nomine e rotte di collisione della politica

 

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3495 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3495 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
14 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
5 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS