Putin news le notizie false che i russi sentono a casa

0
Condividi

Pubblichiamo una sintesi dell’analisi dell’editorialita del Washingtont Post  Anne Applebaum sulle fake news riguardanti l’Europa che il regime di Putin fornirebbe sistematicamente all’opinione pubblica russa  

Putin news le notizie false che i russi sentono a casa

Perché ci tocca, perché coinvolge il Presidente degli Stati Uniti, e poiché ha prodotto molti titoli, la strategia e le tattiche della disinformazione del governo russo in Occidente si sono a loro volta trasformate in notizie di rilievo.  Ma poiché sono vicende lontane e si sviluppano in una lingua diversa, abbiamo pensato molto meno alla propaganda del governo russo in Russia. Ma alla fine ci riguarderà, forse prima e più di quanto pensiamo.

La trasformazione dei media russi non è avvenuta da un giorno all’altro. Nel 2010, Internet in Russia era un posto relativamente vivace, dove persone con diversi tipi di idee discutevano le cose, almeno una volta. I media indipendenti hanno avuto una certa trazione e sono state ascoltate voci indipendenti. C’erano storie negative sul mondo occidentale, ma anche positive. Otto anni dopo – dopo il ritorno di Vladimir Putin alla presidenza e un brusco cambiamento nella politica di informazione del governo – la situazione è diversa.

Putin news le notizie false che i russi sentono a casa

Questo non perché la Russia è diventata l’Unione Sovietica, o uno stato totalitario con un giornale. La Russia ha ora molteplici fonti di informazione: diversi canali televisivi, molti con programmi di intrattenimento di alta qualità. Una serie di giornali, alcuni molto professionali, riviste e siti web sia highbrow che lowbrow, cioè tanto intellettuali che popolari. Ma l’aspetto della varietà è ingannevole.

Sebbene gli stili siano molto diversi, la stragrande maggioranza dei media è di proprietà dello stato o di società collegate allo stato, e le storie sono spesso molto simili. In televisione, dove è la maggior parte dei russi a ricevere le loro notizie, gran parte di ciò che vedono sull’Occidente è in gran parte oscuro e negativo.

Putin news le notizie false che i russi sentono a casa

Un recente sondaggio condotto tra i tre principali canali televisivi russi ha prodotto un’analisi rigorosa di ciò che i russi sentono sull’Europa. I ricercatori hanno esaminato i telegiornali e i talk show politici dall’estate 2014 a dicembre 2017. Hanno scoperto che le notizie negative sull’Europa sono apparse sui tre canali in media 18 volte al giorno. La percentuale di notizie negative o positive sui paesi europei è compresa tra l’85% e il 15%; per alcuni paesi europei il rapporto è ancora più distorto. la Francia – forse perché le  ultime elezioni presidenziali hanno visto Marine Le Pen, un candidato chiaramente filo-russo che ha perso contro un filo europeista – è stata rappresentata negativamente più spesso.

La maggior parte delle storie, dai grandi eventi alle uccisioni locali fino alle invenzioni (“il governo tedesco sta portando i bambini lontano dalle loro famiglie e li distribuisce alle coppie gay”) si inseriscono in un particolare insieme di narrazioni. La vita quotidiana in Europa è raffigurata come spaventosa e caotica; Gli europei sono deboli, con una moralità declinante e nessun valore comune; il terrorismo mantiene le persone paralizzate dalla paura; la crisi dei rifugiati sta peggiorando continuamente; le sanzioni contro la Russia sono fallite e stanno minando l’economia europea e distruggendo lo stato sociale. La Russia, nella versione del mondo rappresentata qui, non ha bisogno di uno stato sociale, dal momento che i suoi cittadini sono molto più duri.

Questa ricerca riecheggia studi precedenti, come quello dell’anno scorso, che ha rilevato anche quanto spesso l’Unione europea venga mostrata dai media russi aggressiva e interventista, alternativamente pianificando di utilizzare l’Ucraina come discarica per i rifiuti nucleari o semplicemente costringendo i suoi membri a adottare politiche “russofobiche”.

Gli usi di questo tipo di copertura non sono difficili da indovinare. Chiaramente, non è interesse dello stato russo per la nazione russa ammirare l’Europa, non per la sua democrazia o il suo stato di diritto, e certamente non per i suoi elevati standard di vita. La memoria della protesta di Maidan del 2014 – quando giovani ucraini che protestavano a Kiev sventolando bandiere europee e chiedendo la fine della corruzione – è ancora abbastanza fresca e fa paura a Mosca.

Se il regime di Putin può indebolire l’idea di “Europa” e renderla poco attraente per i russi – la maggior parte dei quali da tempo si è identificata come europei – allora rimuove una fonte di speranza e un possibile modello di cambiamento. Se l’Europa è pazza, contorta, pericolosa e morente, allora sicuramente i russi stanno meglio sotto il loro corrotto sistema autoritario. Putin news le notizie false che i russi sentono a casa

Potrebbe esserci uno scopo più sinistro in questa inesorabile cattiva notizia, in particolare perché riecheggia ugualmente la dura copertura degli Stati Uniti e dell’Ucraina. Se la Russia si aspettasse o progettasse una sorta di conflitto con l’Europa – diplomatico, economico, politico e  persino militare – questa è esattamente la strategia che i leader russi useranno: ritrarre i vicini della Russia come allo stesso tempo aggressivi e deboli, decadenti e pericolosi; mostrare l’Europa come una società che una Russia più forte e migliore potrebbe facilmente – e dovrebbe – schiacciare. Forse sono ipotesi eccessivamente pessimiste. Ma  resta il fatto che questi metodi sono gli unici modi per Mosca per sfuggire al confronto con la realtà europea.Putin news le notizie false che i russi sentono a casa

Condividi