HomeRisvoltiPutin senza soldati e con il rublo in cenere

Putin senza soldati e con il rublo in cenere

Le armi per Kiev saranno prodotte direttamente in Ucraina. L’ulteriore svolta del potenziamento delle forniture di armamenti occidentali al paese invaso dalla Russia di Putin, concordata con il Presidente  degli Stati Uniti Joe Biden durante l’ultima visita di Volodymyr Zelensky a Washington, fa da controcanto al Cremlino al Presidente russo che celebra con enfasi propagandistica la cosiddetta giornata della riunificazione delle regioni del Donetsk, Lugansk, Zaporizhzhia e Kherson con Mosca.

Putin senza soldati e con il rublo in cenere
Zelensky e Biden alla Casa Bianca

Mentre i russi si sforzano di festeggiare quella che in realtà ha già le sembianze di una sconfitta, Zelenskiy afferma che oltre alle priorità immediate della difesa aerea e dello sminamento, l’Ucraina mira a incrementare la produzione interna di missili, droni e munizioni per artiglieria.

L’accelerazione delle forniture militari viene  motivata dal segretario generale della Nato Jens Stoltemberg con il paradigma  “più armi a Kiev é l’unica via per la pace. Il coraggio da solo non ferma gli invasori “.

Putin senza soldati e con il rublo in cenere
Il Segretario Generale della Nato Jens Stoltemberg

Per Stoltemberg, che é intervenuto al Forum internazionale delle industrie della difesa a Kiev, “l’Ucraina ha bisogno di più armi, perché più forte é sul campo di battaglia, più forte sarà la sua posizione al tavolo dei negoziati. Quindi, anche se può sembrare un paradosso, le armi per l’Ucraina sono la via per la pace”.

Dietro le quinte della continua avanzata della controffensiva ucraina, si allungano intanto le ombre delle difficoltà russe di arruolare soldati da inviare al fronte.

Un portavoce del Dipartimento di Stato americano ha affermato che l’intelligence sta monitorando il progressivo arruolamento di militari e civili cubani da parte dell’armata russa per sopperire alla carenza di soldati nei reparti impegnati a fronteggiare l’avanzata delle forze ucraine.Putin senza soldati e con il rublo in cenere

“Siamo profondamente preoccupati per le notizie secondo cui i giovani cubani continuano ad essere ingannati e reclutati per combattere per la Russia” ha affermato al The Guardian il portavoce del Dipartimento di Stato Usa.

Scoperto all’inizio di settembre quando il governo dell’Avana ha arrestato 17 persone legate a un giro di traffico di esseri umani che attirava i cubani e li invitava a combattere per Mosca, l’arruolamento tuttavia sarebbe ancora in corso.

Secondo varie fonti, i cubani si offrirebbero volontari per andare in Russia a lavorare per l’esercito dopo essere stati contattati sui social media da una reclutatrice che si é identificata come “Dayana”.

Che l’armata russa decimata da circa 600 giorni di guerra sia a corto di uomini lo dimostra soprattutto il decreto firmato da Putin per arruolare per il servizio obbligatorio 130 mila russi di età compresa tra i 18 e i 27 anni dal 1° ottobre al 31 dicembre. La carenza di combattenti é tale che Mosca sta tentando di gettare nella mischia anche quel che resta della compagnia mercenaria Wagner del fu Prigozhin.

Putin senza soldati e con il rublo in cenere
Andrey Troshev

Ma secondo l’intelligence britannica i veterani della Wagner ritengono che il nuovo comandate Andrei Troshev, nominato da Putin al vertice delle truppe mercenarie, sia “un traditore” e non intendono eseguire i suoi ordini.

Nel suo ultimo aggiornamento d’intelligence, il ministero della difesa inglese ha anche affermato che Mosca ha intenzione di utilizzare la forza mercenaria, anche nel nord Africa e nel sud del mondo, ma con una maggiore supervisione da parte del Cremlino.Putin senza soldati e con il rublo in cenere

Alle difficoltà d’arruolamento, secondo The Economist si stanno per aggiungere anche quelle degli insostenibili  costi della guerra.

In vista delle elezioni presidenziali di marzo, prima delle quali Putin ha comunque l’assoluta necessità di un successo militare che allo stato appare irrealizzabile, la nuova fase della guerra sul fronte dell’economia pone ostacoli sempre più gravosi.

Il problema parte dal rublo. Nell’ultimo anno poche valute hanno fatto peggio della moneta russa. Una valuta in deprezzamento aumenta notevolmente  l’inflazione avverte Elvira Nabiullina, governatrice della banca centrale.

Putin senza soldati e con il rublo in cenere
Elvira Nabiullina

Ma Putin chiede l’impossibile. Vorrebbe quadrare il cerchio, difendendo il rublo senza ulteriori aumenti dei tassi. E sollecita soluzioni creative della serie: gestire la valuta e incentivare le esportazioni di energia.

In pratica, il Cremlino vorrebbe creare una domanda artificiale per il rublo, costringendo gli altri a pagare le esportazioni russe in quella valuta. Misure impraticabili, affermano gli economisti.

Per l’Economist la bagarre tra Putin e la banca centrale non farà altro che intensificarsi. “La tentazione di spendere soldi in vista del voto presidenziale del prossimo anno alimenterà le tensioni, costringendo la banca centrale ad aumentare i tassi a livelli debilitanti o ad abbandonare la lotta, portando a una spirale di inflazione” scrive il settimanale inglese.

La sola alternativa possibile, quella di tagliare le spese militari, é assolutamente improponibile. Per Putin equivarrebbe al suicidio.

Il Presidente russo sarà costretto quindi a proseguire la guerra. Ma più a lungo andrà avanti il conflitto con l’Ucraina, più scontri dovrà affrontare a Mosca e al Cremlino. Con sempre meno soldati ed il rublo in cenere.Putin senza soldati e con il rublo in cenere

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3518 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3518 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
40 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
17 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
7 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS