HomeRisvoltiRiforma giustizia: la maggioranza esulta dall'Anm pollice verso

Riforma giustizia: la maggioranza esulta dall’Anm pollice verso

Parto cesario riuscito fra doglie, molti applausi e forti contrarietà per la riforma della giustizia che prevede la separazione delle carriere per giudici e pubblici ministeri, con due rispettivi Consigli superiori della magistratura nominati per  sorteggio e un’alta corte di giustizia di 15 componenti, anche loro scelti col sorteggio, per i procedimenti disciplinari.

Riforma giustizia: la maggioranza esulta dall'Anm pollice verso
Carlo Nordio e Giuseppe Santalucia

Per il Ministro della Giustizia Carlo Nordio si tratta di un “provvedimento epocale”. Per il presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati, Giuseppe Santalucia , é invece “un errore. Un forte passo indietro rispetto all’effettiva autonomia e indipendenza della Magistratura”.

Due valutazioni contrapposte che sintetizzano il fronte dei favorevoli: la maggioranza di Governo, Italia Viva e Azione, e quello diametralmente contrario dell’Anm, Pd, Cinque Stelle e sinistra.

La Premier Giorgia Meloni sottolinea che “la parola passa ora al Parlamento che dovrà esprimersi, per consegnare il prima possibile all’Italia una riforma che vuole ridare piena fiducia agli italiani nella magistratura, assicurando i principi di indipendenza e parità tra accusa e difesa”.Riforma giustizia: la maggioranza esulta dall'Anm pollice verso

Per il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Alfredo Mantovano, il testo del disegno di legge costituzionale di riforma dell’ordinamento giudiziario “non é blindato e non é scontato che per la definitiva approvazione serva il referendum”.

Sull’onda della rievocazione del fondatore di Forza Italia, il Vice Premier e ministro degli Esteri, nonché leader di Fi Antonio Tajani  afferma che “si corona il sogno di Silvio Berlusconi e di molti cittadini italiani”.

Pur tra cautela e riservatezza la magistratura non nasconde la netta contarietà alla riforma approvata dal Consiglio dei Ministri.  Sciopero delle toghe? “Vedremo, non posso escludere nulla” risponde il Presidente dell’Anm Santalucia che aggiunge: “Ci riuniremo a breve e l’organo deliberante dell’Associazione Magistrati deciderà come rispondere. Dobbiamo aspettare di leggere bene il testo per dare una completa valutazione. Anche se il percorso parlamentare di una riforma costituzionale é, come noto, abbastanza lungo. Troveremo il modo e le forme di rappresentare la nostra contrarietà. Noi siamo a favore di una protesta argomentata e non vogliamo solo battere i piedi”, conclude Santalucia .Riforma giustizia: la maggioranza esulta dall'Anm pollice verso

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3523 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3523 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
43 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
17 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
16 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
7 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS