HomeNomine & CandidatureRiforma intelligence e nomine Polizia

Riforma intelligence e nomine Polizia

Nomine istituzionali fuori dai radar dello tsunami dei circa 400 rinnovi dei vertici delle grandi partecipate pubbliche, da Eni a Enel, da Leonardo a Poste, a Terna ed Enav, che catalizzano l’attenzione e gli interessi di giornali e concessionarie pubblicitarie.

Riforma intelligence e nomine polizia
La sede a Piazza Dante dei servizi d’intelligence

Gli avvicendamenti delle prime linee delle agenzie di intelligence, di Prefetture cardine come quella della Capitale e della nomenclatura del Viminale, sono tuttavia destinati a connotare l’azione del Governo sul delicato fronte della sicurezza nazionale e l’efficienza stessa dell’azione dello Stato in Italia e all’estero.

Il Governo sta riflettendo in particolare su una riforma generale dell’intero settore dell’intelligence. Fra le varie ipotesi, si starebbe valutando anche il progetto di una, per così dire, “reductio ad unitatem“: un unico servizio di sicurezza, in pratica l’attuale Dis, Dipartimento informazioni e sicurezza, che accorperebbe operativamente le due agenzie per l’intelligence interna ed estera.

In attesa della necessaria legge di riforma – quella attualmente in vigore risale al 2007 – ed in vista del termine del mandato della Direttrice del Dis, Elisabetta Belloni, in quiescenza da settembre, ma anche del superamento dell’età pensionabile del Direttore dell’Aisi, il Generale Franco Parente, ad agosto si dovrebbe comunque procedere alle nuove nomine dei due vertici. Viene data per certa invece la riconferma per un secondo mandato per il Direttore dell’Aise, il Generale Giovanni Caravelli .

Qualora, in considerazione della situazione internazionale, non venisse prorogato Parente,  per l’Aisi si prospettano le candidature del Comandante del Ros dei Carabinieri, Generale Pasquale Angelosanto e del Prefetto Vittorio Pisani, attuale vice direttore della stessa agenzia. Per il Dis è in pole position il Comandante della Guardia di Finanza, Giuseppe Zafarana.

Riforma intelligence e nomine polizia
Prefettura di Roma

In Polizia intanto l’imminente nomina del nuovo Prefetto di Roma sta già avviando un effetto domino di movimenti.

Per i due candidati principali alla successione di Bruno Frattasi, recentemente nominato Direttore dell’Agenzia per la cyber sicurezza, l’attuale Prefetto di Napoli Claudio Palomba e la Prefetta Laura Lega, Capo Dipartimento dei Vigili del fuoco, del Soccorso pubblico e della Difesa civile, si prevede un unico avvicendamento, quello dell’attuale Vice Capo della Polizia Prefetto Vittorio Rizzi.

Il precedente dell’incarico ricoperto nel 2019 dal Prefetto Salvatore Mulas, proveniente dai ranghi della Polizia, farebbe superare la tradizionale contrarietà dei Prefetti di nomina ministeriale all’eventuale destinazione di Rizzi al Dipartimento dei Vigili del fuoco.

In caso di nomina di Palomba a Roma, per la Prefettura napoletana oltre a quella di Rizzi si profila la candidatura dell’attuale Prefetto di Salerno, Francesco Russo.

Per la successione a Rizzi come vice Capo della Polizia si fanno, fra gli altri, i nomi di Renato Cortese, Direttore dell’Ufficio centrale ispettivo del Ministero dell’interno e del Prefetto Francesco Messina, Direttore Centrale della Criminalpol.

Riforma intelligence e nomine polizia
Renato Cortese

In attesta della nomina del nuovo questore di Agrigento, che subentrerà a Rosa Maria Iraci, promossa Dirigente Generale e trasferita a Roma, a Caserta, in sostituzione del Questore Antonino Messineo nominato dirigente dell’ispettorato di pubblica sicurezza del Vaticano, si delinea il trasferimento dell’attuale Questore dell’Aquila, Enrico De Simone, o la promozione di una delle due dirigenti superiori in pole position: Donatella Dosi o Sara Amato.Riforma intelligence e nomine polizia

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3470 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3470 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
34 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
13 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
11 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
2 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS