Verstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare

0
1165
Verstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare
Condividi

by Vincenzo Bajardi

Nel tredicesimo appuntamento del Mondiale, il GP d’Ungheria, è arrivato l’ottavo successo stagionale per Verstappen con la Red Bull: l’olandese si è affermato con piglio deciso in 1h38″17 precedendo le Mercedes di Hamilton a 7″266 e di Russell a 12″129. Verstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare

Quarto Sainz con la Ferrari a 14″895, quinto Perez a 15″688, sesto Leclerc a 16″047. Verstappen ha così 80 punti di vantaggio su Leclerc, oggi sesto e frenato nuovamente dalla strategia del muretto di Maranello. Ora la F1 va in vacanza, arrivederci a settembre.Verstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare

START – Settanta giri all’Hungaroring, Verstappen e Perez corrono con la terza power unit (senza penalità). Le quote dei bookmakers: Leclerc a 2, Sainz a 3,75, Russell a 5. Condizioni meteo: fa freddo e c’è forte vento, potrebbe arrivare anche qualche sprazzo di pioggia. Al via grande spunto di Sainz in vantaggio per qualche metro ma poi si riaccoda a Russell che guida con un vantaggio di 2″660, terzo Leclerc a 3″458 su Norris quindi Hamilton.

Al 2° giro virtual safety car per rimuovere detriti in curva 2. Risalite all’ottavo e nono posto le due Red Bull di Verstappen e Perez. Al terzo giro Russell allunga sulle Ferrari di Sainz e Leclerc approfittando della gomma rossa. Problemi per Verstappen che non riesce ad agganciare Hamilton mentre via radio Leclerc chiede l’ok per aggirare Sainz. Si ferma Russell per il cambio gomme al 17° giro e Leclerc guida con 10″800 su Hamilton, quindi Perez e Russell a 19″185, sesto Sainz a 22″567 (dopo un pessimo pit stop per rimontare la gomma gialla), poi Alonso e Verstappen.Verstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare

Al 22° giro box per Leclerc con bravissimi i meccanici, guida Russell con 2″111, terzo Sainz su Verstappen ed Hamilton. Al 30° giro il monegasco con una splendida staccatona aggira il britannico e guida con 1″387.

Situazione a metà gara con pioggia in leggero aumento in alcuni punti  del tracciato: guida Leclerc con 4″333 su Russell, con 5″460 su Sainz, con 6″485 su Verstappen (richiamato ai box per il cambio gomme), con 11″750 su Hamilton.Verstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare

Al 43° giro Sainz guida con 4″2137 su Hamilton, terzo Leclerc lentissimo con la gomma bianca non in temperatura a 15″626, quarto Verstappen a 16″122 (che si gira in uscita alla penultima curva), Russell a 19″776. Al 49° giro Hamilton guida con 3″952 su Verstappen e 7″8 su Leclerc ma il britannico deve effettuare un cambio gomma obbligatorio. Sainz ai box con pit stop lento. Al 53° giro guida Verstappen con 8″039 su Russell, 10″469 su su Sainz, 14″420 su Hamilton (che colleziona giri veloci), Perez a 25″, Leclerc a 28″ (richiamato ai box per montare la rossa). Al 63° giro sorpasso perfetto del sette volte campione del mondo Hamilton su Sainz e Mercedes che conquista due posti sul podio con Lewis ora secondo sul compagno di colori (dopo essere partito settimo).

Al 68° giro Bottas rompe il motore e si ferma nella via di fuga con la virtual safety car che congela le posizioni.Verstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare

CLASSIFICA PILOTI – Verstappen 258, Leclerc 178, Perez 173, Russell 158, Sainz 156, Hamilton 145, Norris, 76, Ocon 58, Bottas 46, Alonso 41.

CLASSIFICA COSTRUTTORI – Red Bull 431, Ferrari 334, Mercedes 303, Alpine 99, McLaren 95, Alfa Romeo 51, Haas 34.

SABATO – Il giovane inglese della Mercedes, George Russell, ha firmato, con una prestazione da urlo e con un giro da favola, la sua prima pole position in carriera in 1’17″377. E’ il 105 esimo pilota a conseguire almeno una partenza dalpalo nella storia di questo sport.

Verstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare
La Mercedes di George Russel

Per la casa tedesca è la 136 esima partenza dalla prima casella in griglia. Ha preceduto le due Ferrari di Sainz (1’17″421, alla quinta presenza in carriera davanti allo schieramento) e Leclerc (1’17″567), quindi Norris su McLaren (1’17″769), le due Alpine di Ocon (1’18″018) e Alonso (1’18″078), l’altra Mercedes dello sfortunato Hamilton (1’18″142), l’Alfa Romeo di Botta(1’18″157), quindi Ricciardo (McLaren, 1’18″379).

Soltanto decima la Red Bull di Verstappen (1’18″823 per problemi di potenza) ed undicesima quella di Perez (1’18″516). “Gara tutta da scrivere, non firmiamo per un secondo posto” – il commento del team manager della Ferrari, BinottoVerstappen über alles Ferrari un altro Gp da dimenticare

 

 

 

 

Facebook Comments
Condividi