Appuntamento col futuro: intelligenza artificiale al volante

0
Condividi

L’intelligenza artificiale al volante

by Vincenzo Bajardi

Cinquant’anni, li ha festeggiati nello scorso anno, ma non li dimostra. Anzi il Consumer Electronic Show di Las Vegas, meglio noto come Ces, che sta per chiudere i battenti, acquista vitalità ed energia incredibili a dispetto dell’età.

Nel più grande Salone della tecnologia del mondo sembrano  essere atterrati gli… Ufo. Il comune denominatore di quanto esposto ai visitatori è l’intelligenza artificiale.  E’ il palcoscenico della mobilità del futuro e che vale tre trilioni di dollari l’anno. Qui la guida autonoma è già considerata un traguardo raggiunto, sempre ammesso che Governi e istituzioni approvino le leggi necessarie.Appuntamento col futuro intelligenza artificiale al volante

Le case automobilistiche non hanno perso tempo per farsi notare dal grande pubblico. Nissan si è esibita nelle interfacce neurali con un progetto di ricerca denominato Brain-to.Vehicle (B2V) che, mediante un casco con sensori, consente di interpretare i segnali del cervello e di inviarli, ipso facto, alla vettura così da ridurre i tempi di reazione di chi siede al volante. <

“Questa tecnologia sfrutta i segnali del nostro cervello per rendere la guida più emozionante possibile” – spiega Daniele Schillaci, vice presidente di Nissan.

Honda ha realizzato una nuova generazione di robot in grado di indossare i panni di un maggiordono, al servizio dell’uomo, un nuovo androide Asimo che non vuole più essere un fenomeno da baraccone nei musei dedicati alla scienza.

ZF, colosso tedesco della componentistica, produttore di trasmissioni, ha creato una scatola nera dotata di intelligenzaartificiale. Progetti ancora più avanzti arrivano da Mercedes Benz che vuole dotare di serie l’intera gamma dei modelli con l’intelligenza artificiale.Appuntamento col futuro intelligenza artificiale al volante

Mercedes ha approfittato di questo evento per svelare gli interni della nuova Classe A che debutterà in marzo al Salone di Ginevra. La nuova A offre un allestimento interno ridisegnato con soluzioni prese dalle Classi E ed S. La versione d’ingresso avrà due schermi da 7 pollici, ma ce ne saranno anche da 10,25pollici, prese d’aria con illuminazione a Led con 64 diversi colori e 10 programmi per fragranze più mood .

Segue a ruotea Bosch che scommette sulle smart city con sistemi intelligenti per la mobilità, sui sensori per le abitazioni, piattaforme per far diventare smart edifici dediti alla grande distribuzione.Appuntamento col futuro intelligenza artificiale al volante

Magneti Marelli propone le tecnologie ipotizzate dal brand hitech di Fca riguardanti in particolare tre diversi ambiti del settore automotive che si stanno evolvendo rapidamente. Queste tecnologie consentiranno ai veicoli oltre che di percepire anche di connettersi con l’ambiente circostante e di comunicare informazioni al driver.Appuntamento col futuro intelligenza artificiale al volante

Bmw sarà la prima casa automobilistica ad incorporare dal secondo semestre di quest’anno i servizi di sicurezza Here che consentiranno ai guidatori di avere una visione in tempo reale di cosa accade attorno alla sua auto. Sistema basato sulla Open Location Flat-Form aggiorna in tempo reale lo stato delle strade, il meteo, il traffico e presenza di eventuali incidenti.

Volkswagen ha presentato la partnership con Aurora Innovation per lo sviluppo di veicoli elettrici a guida autonoma entro il 2021.Appuntamento col futuro intelligenza artificiale al volante

Cadillac sul modello Escalade sfoggia Casey, l’assistente vocale Bosch in grado di comprendere 36 lingue insieme e svariati dialetti grazie all’impiego di un algoritmo evoluto con intelligenza artificiale. Un evidente passo avanti per restringere ancora di più il confine fra uomo e macchina.

Kia come concept ha esposto la Niro EV, versione elettrica del crossover coreano in vendita entro l’anno, Hyundai ha svelato il nuovo Suv ad idrogeno e a guida autonoma. A livello di assistenti digitali Google Assistant sfida Amazon Alexa con nuovi home speaker. Ma meritano menzione i robot, gli oggetti connessi, i prototipi modulari Snap prodotti da Rinspeed. Curiosità ha suscitato infine il drone senza volante ma con due posti passeggero per muoversi in città battezzato Surefly e che è atterrato direttamente nello stand.

Un pieno di telefoni Samsung, Galaxy A8, Sony di ultima generazione, di televisori dove l’esagerazione è di casa con 150″, di occhiali di videogame con Nintendo Switch, la console più venduta negli Usa, degli accessori più disparati, di scooter pieghevoli, di airbag per anziani per evitare fratture al femore e al bacino in caso di cadute. Presenti 150 Paesi, 900 startup selezionate, 3900 gli espositori, oltre 170.000 i visitatori.Appuntamento col futuro intelligenza artificiale al volante

Condividi