Cartabia e Bongiorno ai vertici Caparini delfino di Salvini

0
1521
Cartabia e Bongiorno ai vertici Caparini delfino di Salvini
Condividi

VIP & VIPER

Flash nella notte del conformismo

 

  • Cartabia & Bongiorno: leader in progress

Merito, soltanto meritatissimo merito. Altro che quote rosa. Un merito, fra l’altro, molto più sudato di quello maschile. Da Marta Cartabia, eletta prima donna Presidente della Corte Costituzionale, al Ministro dell’Interno Luciana Lamorgese, da Teresa Bellanova a Paola De Micheli a Giulia Bongiorno, da Laura Castelli a Marina Sereni,   per le donne ai vertici delle istituzioni hanno sempre e solo contato gli altissimi livelli qualitativi del loro impegno professionale. Con ulteriori lusinghiere prospettive, in particolare per:

Cartabia e Bongiorno ai vertici Caparini delfino di SalviniMarta Cartabia dopo la Presidenza della Corte Costituzionale che scadrà al termine del suo mandato di 9 anni alla Consulta, a metà settembre del 2020, potrebbe rientrare nel novero delle candidature per il Quirinale o per la Presidenza del Consiglio, come Premier di garanzia di eventuali governi tecnici.

Cartabia e Bongiorno ai vertici Caparini delfino di SalviniGiulia Bongiorno  è considerata l’asso nella manica della Lega per candidature di primissimo piano nell’eventuale prossimo Governo a guida leghista, e non solo. Oltre che per i Ministeri della Giustizia, dell’Interno e della Difesa, il nome della penalista ricorre sempre più spesso anche fra i possibili candidati del centrodestra per il Colle.Cartabia e Bongiorno ai vertici Caparini delfino di Salvini

  • Il delfino Caparini

Il successo e i meriti ampiamente riconosciutigli per la gestione dell’Assessorato al Bilancio, finanza e semplificazione della Regione Lombardia, hanno fatto ulteriormente lievitare le già alte quotazioni all’interno della Lega  di Davide Caparini.

Già parlamentare per 5 legislature, 53 anni, ingegnere, a lungo responsabile della comunicazione e segretario della Commissione parlamentare di vigilanza per la Rai, Caparini viene  ritenuto uno dei possibili successori alla Segreteria del partito nel caso dell’eventuale passaggio di  Matteo Salvini alla Presidenza del Consiglio. Se come pare più probabile Salvini dovesse mantenere l’incarico di Segreterio, a Caparini verrebbe delegata la gestione della Lega col ruolo di vice segretario unico.

Cartabia e Bongiorno ai vertici Caparini delfino di Salvini

  • L’angelino Di Maio

Battuta maliziosa di un protagonista del Transatlantico di Montecitorio: “ Luigi Di Maio assomiglia sempre più ad Angelino Alfano, con più capelli e per il momento con più voti”

 

Facebook Comments
Condividi