HomeRisvoltiConclave per il dopo Pell: finanze Vaticane trasformate in Banca della Carità

Conclave per il dopo Pell: finanze Vaticane trasformate in Banca della Carità

Dai rovi di Pell alla banca della Caritàconclave-per-il-dopo-pell-finanze-vaticane-trasformate-in-banca-della-carita

Altro che padre Ralph, il porporato casanova australiano di Uccelli di rovo, la fiction televisiva del 1983. Con un Papa diverso da Francesco, il caso Pell avrebbe impresso sul Vaticano e la Chiesa il marchio infamante di una nuova Sodoma e Gomorra.

Pur in attesa dell’esito del processo di Sydney, la gravità delle molteplici denunce e delle accuse mosse al Cardinale George Pell al termine di una meticolosa e discreta inchiesta della magistratura australiana, lasciano infatti intravedere un devastante epilogo per l’immagine della Santa Sede.conclave-per-il-dopo-pell-finanze-vaticane-trasformate-in-banca-della-carita

Il carisma e la crescente credibilità di Bergoglio hanno finora neutralizzato la valanga di sdegno popolare e di discredito socio culturale provocato dai ricorrenti scandali, dagli arresti e dalle condanne di alti prelati e sacerdoti pedofili. Condanne, denunce  e arresti che si susseguono a Roma, in Italia e in tutto il mondo.

Soltanto negli Stati Uniti, per esempio, le diocesi americane, a cominciare da quella di San Francisco, hanno patteggiato risarcimenti alle famiglie dei bambini vittime di preti pedofili  che si aggirano intorno al miliardo di dollari.

conclave-per-il-dopo-pell-finanze-vaticane-trasformate-in-banca-della-carita-calvi-sindona-e-marcinkus
Roberto Calvi Michele Sindona Paul Marcinkus

Il congedo di Pell consente tuttavia di risolvere un altro delicato vulnus, quello delle finanze vaticane che incide come un macigno sulla credibilità della Chiesa Universale. Un macigno che da mezzo secolo, dai bancarottieri Michele Sindona e  Roberto Calvi, entrambi suicidati dalla mafia, a  Paul Marcinkus e allo Ior, al pari della pedofilia, demolisce l’immagine della Santa Sede.Conclave per il dopo Pell finanze Vaticane trasformate in Banca della Carità

Seguendo l’indole del razionalismo gesuita, Papa Francesco  trasformerà le profonde ferite della risonanza mondiale dell’incriminazione del porporato di Sydney, in un’occasione per un intervento rivoluzionario.

conclave-per-il-dopo-pell-finanze-vaticane-trasformate-in-banca-della-carita-antonio-fazio
Antonio Fazio

Nonostante il grande dolore e, secondo pochissimi diretti e discreti testimoni, anche la grande rabbia per lo sconvolgente caso Pell, Papa Francesco sta già valutando di nominare un super commissario all’economia (il Segretario di Stato Cardinale Pietro Parolin , l’ex Governatore della Banca d’Italia Antonio Fazio?) per chiudere una volta per tutte il buco nero dei conti correnti dello Ior e trasformare la gestione finanziaria del Vaticano in una Banca della Carità.conclave-per-il-dopo-pell-finanze-vaticane-trasformate-in-banca-della-carita

 

 

 

 

Facebook Comments
Gianfranco D'Anna
Gianfranco D'Anna
Fondatore e Direttore di zerozeronews.it Editorialista di Italpress. Già Condirettore dei Giornali Radio Rai, Capo Redattore Esteri e inviato di guerra al Tg2, inviato antimafia per Tg1 e Rai Palermo al maxiprocesso a cosa nostra. Ha fatto parte delle redazioni di “Viaggio attorno all’uomo” di Sergio Zavoli ed “Il Fatto” di Enzo Biagi. Vincitore nel 2007 del Premio Saint Vincent di giornalismo per il programma “Pianeta Dimenticato” di Radio1.
RELATED ARTICLES

AUTORI

Gianfranco D'Anna
3490 POSTS0 COMMENTS
Gianfranco D'Anna
3490 POSTS0 COMMENTS
Augusto Cavadi
38 POSTS0 COMMENTS
Maggie S. Lorelli
27 POSTS0 COMMENTS
Antonino Cangemi
16 POSTS0 COMMENTS
Adriana Piancastelli
15 POSTS0 COMMENTS
Valeria D'Onofrio
15 POSTS0 COMMENTS
Vincenzo Bajardi
14 POSTS0 COMMENTS
Antonio Borgia
4 POSTS0 COMMENTS
Dino Petralia
4 POSTS0 COMMENTS
Letizia Tomasino
3 POSTS0 COMMENTS
Italo Giannola
1 POSTS0 COMMENTS
Francesca Biancacci
1 POSTS0 COMMENTS
Arduino Paniccia
0 POSTS0 COMMENTS
Michela Mercuri
0 POSTS0 COMMENTS
Mauro Indelicato
0 POSTS0 COMMENTS
Leandra D'Antone
0 POSTS0 COMMENTS