Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitaria

0
694
Coronavirus 29 febbraio aggiornamento vaccini e contagi
Condividi

Il coronavirus ha fatto una vittima anche in Italia. Un 77enne pensionato italiano contagiato a Vò Euganeo non ce l’ha fatta ed è deceduto in ospedale a Padova.

Si temeva a Roma a Napoli e a Milano e invece l’invasione in Italia del  Covid-19, il nuovo coronavirus cinese, è iniziata dove meno la si aspettava, dalla provincia lombarda e veneta. L’ultimo contagio si registra a Cremona.Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitaria

Il quadro generale della situazione è ancora confuso, ma i casi positivi accertati in poche ore raggiungono quota 18, fra i quali cinque operatori sanitari.

In Lombardia i ricoverati presentano quadri di polmonite importanti ed hanno un’età media intorno ai 40 anni. Due casi di contagio sono stati riscontrati  in Veneto nel comune di Vò Euganeo, il più anziano dei quali come anticipato è deceduto.Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitaria

In attesa di ulteriori riscontri dall’ospedale Spalanzani di Roma, la Regione Lombardia d’intesa con gli amministratori dei centri interessati ha emanato un’ordinanza con misure precise per l’area relativa ai comuni in cui si muovono le persone individuate come positive: Codogno, Castiglione, Casalpusterlengo, Fombio, Maleo, Somaglia, Bertonico, Terranova dei Passerini e San Fiorano.Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitaria

In contemporanea alla misure di isolamento e quarantena nei vari comuni con la chiusura delle scuole,uffici pubblici e degli esercizi commerciali, sanitari e protezione civile stanno ricostruendo tutta la fila dei contatti avuti dai contagiati, la mappa dei loro spostamenti e con quali mezzi.

Mappa contagi

Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitariaIn tutto sono circa 250 le persone identificate ed in isolamento come contatti dei casi positivi al nuovo coronavirus. Poi ci sono coloro che lavorano con i contagiati  in varie aziende e hanno avuto con loro contatti diretto e ancora gli appartenenti alle attività da loro frequentate. Si parla di centinaia di persone, ma il numero potrebbe crescere via via che si ricostruiscono le reti di contatti dei pazienti positivi.

Secondo gli esperti di epidemiologia e di malattie infettive dell’Istituto superiore di sanità, la positività del primo caso verificatosi a Codogno evidenzierebbe un focolaio analogo a quello verificatosi in Germania e che è stato contenuto in tempi relativamente brevi.

Emergenza in atto

Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitariaIl livello di allerta é molto alto e le autorità locali hanno già attuato importanti verifiche sanitarie e misure di controllo in collaborazione con tutte le Istituzioni coinvolte. Le misure di controllo adottate dal ministero della Salute che prevedono oltre all’isolamento ospedaliero dei casi e alla quarantena dei contatti, anche misure di distanziamento sociale nelle zone colpite, sono tra le più restrittive in caso di epidemia.

Una priorità è rappresentata dalla individuazione della fonte d’infezione in base alla quale si potrebbe prospettare la necessità di eventuali ulteriori misure.  – conclude la nota – Il livello di allerta e molto alto e le autorità locali hanno già attuato importanti indagini e misure di controllo in collaborazione con tutte le Istituzioni coinvolte”.

Trasmissione

Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitariail Covid-19 si trasmette attraverso:

  • la saliva, tossendo e starnutendo

  • contatti diretti personali

  • le mani, ad esempio toccando con le mani contaminate non ancora lavate, bocca, naso o occhi

  • contaminazione fecale

Prevenzione

Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitariaQuesti gli accorgimenti indispensabili: lavarsi spesso le mani dopo aver tossito o starnutito, dopo aver assistito un malato, prima durante e dopo la preparazione di cibo, prima di mangiare, dopo essere andati in bagno, dopo aver toccato animali più in generale quando le mani sono sporche in qualunque modo.

Se si ha una qualsiasi infezione respiratoria coprire naso e bocca quando si tossisce o starnutisce, avendo cura di usare il gomito interno o un fazzoletto, che va subito dopo gettato.

Cure

Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitariaNon esistono trattamenti specifici per le infezioni causate dal corona virus e non sono disponibili, al momento, vaccini per proteggersi dal virus. La maggior parte delle persone infette da corona virus comuni guarisce spontaneamente.

Riguardo il nuovo corona virus Covid -19 non esistono al momento terapie specifiche, vengono curati i sintomi della malattia (così detta terapia di supporto) in modo da favorire la guarigione, ad esempio fornendo supporto respiratorio. Se curato in tempo, e non vi sono altre criticità, la percentuale di guarigione è pressoché totale.Corona virus in Italia scattata l’emergenza sanitaria

Facebook Comments
Condividi