Csm elegge David Ermini e ammaina la bandiera giallo verde

0
Condividi

Effetto Ermini al Csm Csm elegge David Ermini e ammaina la bandiera giallo verde

Indipendenza e garanzia di autogoverno: questo il senso politico e insieme programmatico dell’elezione di David Ermini alla vice Presidenza del Consiglio Superiore della Magistratura.

Avvocato cassazionista, 59 anni, deputato per due legislature, ex responsabile Giustizia del Pd, Ermini è stato eletto a maggioranza semplice al terzo scrutinio con 13 voti dal Plenum del Csm presieduto dal Capo dello Stato, Sergio Mattarella.Csm elegge David Ermini e ammaina la bandiera giallo verde

Hanno votato Ermini in particolare i consiglieri di Magistratura Indipendente ed Unicost, le componenti dei togati più rappresentate a Palazzo dei Marescialli. Al Consigliere Alberto Maria Benedetti, designato dai 5Stelle sono andati 11 voti.

“La strettissima maggioranza con la quale è stato eletto Ermini ha diviso in due il Csm e dato la sensazione che il Consiglio superiore sia un contrappeso del governo e che la magistratura sia legata ad una parte”  ha attaccato il coordinamento di Autonomia e Indipendenza, la componente della magistratura che fa capo ai consiglieri Piercamillo DavigoSebastiano Ardita.

L’implicita bocciatura istituzionale del Governo ha provocato le durissime prese di posizione del Vice Premier Luigi Di Maio, secondo il quale “ la mancanza di indipendenza della Magistratura e l’elezione di un renziano doc, evidenziano quanto il sistema di potere sia vivo e lotti contro di noi” e del Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede che ha affermato: “Prendo atto che all’interno del Csm, c’è una parte maggioritaria di magistrati che ha deciso di fare politica”.

Csm elegge David Ermini e ammaina la bandiera giallo verde

Il Vice Premier Di Maio e il Ministro della Giustizia Bonafede

“Parole inaccettabili e irresponsabili che denotano ignoranza politica e istituzionale” replicano gli esponenti del Pd. Al  neo Vice Presidente del Csm è significamente giunto  l’ “augrio di buon lavoro per l’importante e delicato compito che lo attende” da parte del presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Francesco Minisci, il quale ha assicurato che ” l’Anm, nell’ambito delle proprie competenze, fornirà all’Organo di autogoverno un proficuo e fattivo contributo per rendere più efficiente il sistema giudiziario”.

Con David Ermini l’Avvocatura ha già intrapreso un confronto positivo in occasione degli incontri avvenuti coni i gruppi parlamentari, ha sottolineato nel formulare gli auguri di buon lavoro “nel comune interesse del miglioramento del servizio Giustizia” , il Presidente del Consiglio Nazionale Forense, Andrea Mascherin.

Dopo l’insediamento di Ermini e la successiva elezione dei componenti delle 10 Commissioni referenti interne, entro metà ottobre l’organo di autogoverno della Magistratura sarà pienamente operativo.Csm elegge David Ermini e ammaina la bandiera giallo verde

 

 

 

Condividi