Cyberwar flotta Usa a rischio arrembaggio hacker

0
Condividi

Incubo cyberwar navale 

Cyberwar flotta Usa a rischio arrembaggio hacker

Che succederebbe se da una delle più sofisticate unità delle settima flotta Usa nel Pacifico venisse lanciato per errore un missile nucleare?

Eventualità remota. Domanda limite, ma risposta inequivocabilmente concreta a Washington da parte del Segretario alla Difesa Jim Mattis che ha sospeso le operazioni di tutta la squadra navale di stanza nella base di Yokosuka, in Giappone, in modo che gli esperti di cyber intelligence  possano setacciare da cima a fondo tutte le unità. A cominciare da portaerei e sottomarini nucleari.Cyberwar flotta Usa a rischio arrembaggio hacker

Oltre al licenziamento dell’Ammiraglio  comandante della VII^ Flotta, i quattro misteriosi incidenti che in pochi mesi hanno coinvolto nel Pacifico altrettante navi da guerra americane, hanno insinuato il più che ragionevole dubbio che siano stati violati da hacker gli ultra blindati sistemi Gps e di controllo elettronico satellitare delle unità militari.

Pirati informatici che per testare le capacità di manipolazione potrebbero aver provocato dei semplici, anche se gravi incidenti e speronamenti con vittime, dispersi e gravi danni. Niente rispetto a quello che potrebbero essere in grado di fare se riuscissero davvero a manovrare da remoto l’enorme potenziale distruttivo delle unità da guerra. Cyberwar flotta Usa a rischio arrembaggio hacker

Per comprendere l’entità e la complessità del rischio, basterà considerare che oltre alle 11 portaerei e agli 80 sommergibili a propulsione atomica e convenzionale, le cinque Flotte da guerra della United States Navy comprendono complessivamente oltre 300 unità e circa 4 mila aerei e che contemporaneamente assicurano l’operatività costante di 4 portaerei e di un certo numero di sommergibili nucleari.

Cyberwar flotta Usa a rischio arrembaggio hacker

Unita navale Usa stealth non rilevabile dai radar

Il più potente sistema aeronavale  di difesa e di deterrenza del mondo che gli hacker di altrettanti sofisticati sistemi militari, come quelli della Cina e della Russia, potrebbero neutralizzare o peggio controllare. Una cyberwar  non solo navale ma riguardante soprattutto tutte le reti di  cybersecurity e di intelligence.

Scenari in grado di  fare apparire delle fiabe i peggiori incubi finora immaginati….Cyberwar flotta Usa a rischio arrembaggio hacker

Condividi